Baroni in ansia per Umtiti, Gendrey e Gallo. Il tecnico mette in preallarme Tuia, Cassandro e Pezzella

Alessandro Tuia
Alessandro Tuia
di Lino DE LORENZIS
3 Minuti di Lettura
Martedì 24 Gennaio 2023, 05:00

Le risposte Marco Baroni probabilmente le avrà soltanto venerdì mattina, a poche ore dal fischio d’inizio dello scontro diretto con la Salernitana. Le condizioni fisiche di Umtiti, Gendrey e Gallo saranno costantemente monitorate nel corso della settimana e, ovviamente, tutti in casa del Lecce sperano che i tre infortunati di Verona possano essere disponibili per la sfida con i campani. Anche alla luce dell’importanza dello posta in palio. Trattandosi però di infortuni di natura traumatica e che, di conseguenza, sono soggetti ad un dolore forte e costante, alla fine sarà una scelta soggettiva. Nel senso che darà la propria disponibilità di sarà in grado di giocare e soprattutto di condividere il dolore. Che non può sparire di colpo a meno di una settimana dall’evento traumatico. Tutto ciò, è superfluo dire, al netto della salvaguardia della salute dei calciatori infortunati.

Gallo, che ha giocato una buona fetta del primo tempo in condizioni difficili, è stato costretto ad abbandonare il terreno di gioco nell’intervallo a causa del forte dolore al collo del piede; Umtiti dal canto suo subito dopo l’infortunio alla spalla ha provato a restare in campo ma alla fine ha dovuto arrendersi dinanzi al persistere del dolore; Gendrey invece si è fatto male nei minuti finali, in seguito ad uno scontro violento, con Hien, ed è riuscito a portare a termine il match salvo poi ricorrere alle cure dei sanitari del Lecce nell’immediato post-partita. È chiaro che lo staff sanitario in questi pochi giorni che separano dal match con la Salernitana farà di tutto per cercare di rimetterli in sesto e riconsegnarli al tecnico Baroni, è evidente però che l’allenatore toscano nel frattempo abbia già cominciato a prendere in esame tutte le possibili alternative. Per la sostituzione di Umtiti, l’elemento di maggiore esperienza e di caratura tecnica della linea difensiva del Lecce, il candidato è Alessandro Tuia, già lanciato nella mischia nella parte finale del secondo tempo del match di Verona. Va detto che nelle poche occasioni nelle quali è stato impiegato nel corso di questo campionato - al netto degli infortuni che lo hanno tormentato a lungo - il difensore ha sempre fatto bene. Come ad esempio nella gara di fine agosto giocata allo stadio “Diego Armando Maradona” e pareggiata con merito, 1-1, contro il Napoli di Spalletti. Tuia, il cui contratto scadrà al termine di questa stagione, contava di essere ceduto nel mercato di gennaio solo che a questo punto, vista la situazione di emergenza al centro della difesa, è destinato a chiudere la stagione in giallorosso.
Per il ruolo di laterale destro difensivo proprio da pochi giorni il Lecce si è assicurato le prestazioni di uno dei migliori difensori della serie B, Tommaso Cassandro, prelevato a titolo definitivo dal Cittadella. Ha giocati con continuità in questa stagione per cui gode di una buonissima condizione generale e smania dalla voglia di fare l’esordio in serie A. Infine, per il ruolo di laterale sinistro difensivo il candidato è Giuseppe Pezzella, un elemento di esperienza che però fino a questo momento non è riuscito ancora a farsi apprezzare con la maglia del Lecce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA