Lecce-Vicenza, fine partita acceso tra Majer e Meggiorini. Il veneto in lacrime: «Che c'entra mia mamma?». Le scuse del giallorosso

Le lacrime di Meggiorini
Le lacrime di Meggiorini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 27 Gennaio 2022, 11:35 - Ultimo aggiornamento: 14:12

Lecce in vetta alla Serie B dopo la vittoria (2-1) nel recupero di oggi contro il LR Vicenza. Ma il finale di partita è stato molto acceso, perché nei minuti di recupero si è scatenato un parapiglia in mezzo al campo che ha coinvolto i giocatori di entrambe le squadre.

Le telecamere hanno inquadrato l'attaccante vicentino Meggiorini in lacrime dopo un diverbio con il leccese Majer. I due sono stati protagonisti di un acceso faccia a faccia, durante il quale il giocatore del Lecce si sarebbe lasciato sfuggire qualche parola di troppo. Il labiale dell'attaccante vicentino è stato colto dalle immagini tv: «Cosa c'entra mia mamma? Porta rispetto». Subito dopo il pianto di rabbia di Meggiorini, con l'arbitro e Lucioni che hanno cercato di tranquillizzarlo.

Lecce-Vicenza 2-1: Listkowski e Coda regalano la vetta della classifica ai giallorossi

Le dichiarazioni di Meggiorini

«Le lacrime? E' volato qualche insulto di troppo, io sono andato a spingere via un loro giocatore, perché c’era stata una rissa a centrocampo - ha dichiarato il giocatore sul sito ufficiale del Vicenza Calcio -. L’ho spinto via per far sì che non litigassero ancora, ma sono volati insulti poco carini e quando si vanno a toccare gli affetti personali, che magari non ci sono più, dà fastidio e sono stato insultato più volte. Però l’importante è che sia venuto a fine partita a chiedermi scusa, almeno ha fatto quel gesto».

Le scuse social di Mejer

«A volte in campo si dicono cose che non si pensano, solo per agonismo e nervosismo - ha scritto Mejer sul suo profilo Instagram -. Ma così come ho fatto personalmente a fine partita a Riccardo, voglio pubblicamente chiedere scusa a Meggiorini. Mi dispiace davvero tanto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA