Il Lecce si gode Umtiti: il campione del mondo di nuovo protagonista nel calcio che conta

Samuel Umtiti
Samuel Umtiti
di Lino DE LORENZIS
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Novembre 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 17:02

Subito dopo la vittoriosa trasferta di Genova, sponda Sampdoria, Samuel Umtiti ha salutato tutti per far ritorno nella sua Parigi. È lì che il gigante buono del Lecce sta trascorrendo le vacanze concesse dal tecnico Baroni in concomitanza con la lunghissima sosta del campionato di serie A. Ed è lì, nel cuore della capitale della Francia, che Umtiti ha festeggiato lunedì scorso il suo 29esimo compleanno. Una serata trascorsa in compagnia di parenti e amici, come ai vecchi tempi in cui in casa Umtiti si festeggiavano i successi conquistati con Lione o Barcellona. Con una differenza sostanziale però rispetto alle feste degli ultimi tempi vissuti - tra mille problemi - in terra di Spagna: il peggio è passato, ora Umtiti è di nuovo un calciatore vero. L’uomo in più per chi ha la fortuna di poterlo schierare sul rettangolo verde. Altro che scommessa già persa in partenza, come avevano pronosticato troppo in fretta molti addetti ai lavori all’annuncio - in piena estate - del suo clamoroso trasferimento al club salentino. Dalla lotta per la vittoria della Champions League a quella per non retrocedere in serie B: per molti si trattava di un fallimento annunciato.


La realtà, per fortuna del Lecce e dello stesso calciatore francese, ha detto invece cose ben diverse. A tre mesi dal suo arrivo nel Salento infatti si può ben dire che la scommessa l’ha vinta il Lecce. Il club giallorosso, dopo averlo accolto alla grande, come meritava un campione del mondo in carica, lo ha coccolato - grazie anche al prezioso contributo di tutto l’ambiente -, lo ha aiutato a trovare la condizione fisica migliore e, al momento giusto, ha deciso di restituire al calcio uno dei suoi protagonisti più importanti. All’Olimpico, contro la Roma di Josè Mourinho.

Classe, forza, qualità e personalità di Samuel Umtiti non sono mai state in discussione in questo periodo, bisognava però capire come l’ex pilastro della difesa del Barcellona avrebbe reagito al ritorno in campo dopo una lunga assenza per una serie di infortuni che hanno messo in forte dubbio addirittura la sua carriera. La risposta del campo è stata positiva. Pur non potendo dare il cento per cento, e non poteva essere diversamente dopo la lunga inattività, Umtiti si è messo a disposizione della squadra, trasferendo al gruppo tutta la sua esperienza maturata negli anni prima in Ligue 1 e poi nella Liga oltre che in giro per il mondo con la maglia della nazionale francese. Dal 28 agosto 2022, giorno della sua prima presenza in panchina con il Lecce in occasione del match casalingo contro l’Empoli, al match di sabato scorso in casa della Sampdoria, Umtiti ha collezionato 5 presenze in serie A, per un totale di 333’ di gioco, e 4 cartellini gialli che lo hanno fatto finire nella lista dei diffidati. Senza dubbio un buon inizio in attesa di poter dare ancora di più per la causa giallorossa.


Dopo aver ritrovato la serenità e soprattutto la voglia di sorridere, ora big Samuel avrà la possibilità di fare una nuova preparazione precampionato agli ordini di mister Baroni e del suo staff al fine di farsi trovare pronto per la ripresa del campionato, già fissata per mercoledì 4 gennaio 2023, al Via del Mare, contro la Lazio di Maurizio Sarri. Con il nuovo anno il Lecce potrà contare sul prezioso contributo di un pezzo da novanta del calcio internazionale e chissà quanti - a quel punto - saranno costretti a mordersi le mani per non aver preso nella giusta considerazione il grido d’allarme lanciato da un campione che aveva solo bisogno di rivedere il sole dopo essere finito in un tunnel. Il sotto il sole del Salento è tornare a brillare la stella di Samuel Umtiti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA