Basket, Happy Casa demolisce la Virtus. Bowman e Harrison protagonisti della vittoria

Basket, Happy Casa demolisce la Virtus. Bowman e Harrison protagonisti della vittoria
4 Minuti di Lettura
Lunedì 23 Gennaio 2023, 11:50

È stata la serata di D’Angelo Harrison e Ky Bowman, l’uno e l’altro mattatori di una serata fantastica, che ha fatto stropicciare gli occhi (e lo farà fare pure in futuro) al popolo della “Stella del Sud”.  Una serata, quella del PalaPentassuglia, vissuta sull’ottovolante, in un susseguirsi di emozioni, eccitazioni, ma anche di tanta agitazione che solo il basket è in grado di darti. “Mr Dee” e Ky Bowman, protagonisti a loro modo della vittoria contro la corazzata Virtus Bologna.

I fenomeni

D’Angelo Harrison era atteso al rientro già da un paio di settimane, ma nelle ultime due partite (contro Varese e Sassari) aveva preferito non rischiare. Quasi sapesse bene quale sarebbe stata la serata ideale per tornare a solcare le lastre di legno. 
E lo ha fatto davanti alla sua gente, a quei tifosi che lo hanno eletto a loro idolo sin dalla sua primissima apparizione nell’impianto di contrada Masseriola. Il giocatore statunitense è tornato (finalmente) a disposizione del suo coach dopo la lunga assenza dovuta alla rottura del tendine d’achille dello scorso mese di maggio in occasione della trasferta sul campo dell’Olimpia Milano. 


Tutti lo attendevano, quando è uscito fuori dal tunnel dello spogliatoio è stato accolto da un grande applauso. Ancora di più fragoroso, una vera ovazione nel momento in cui (minuto 8’08”) Frank Vitucci ha deciso di gettarlo nella mischia. Un po’ arruginito ancora lo, ma non potrebbe essere diversamente. Ma il solo fatto di averlo a loro fianco è una vera manna per i compagni. 

Perché trascinatore lo è sempre stato, ed in serate come quelle contro la Virtus Bologna basta la sua presenza per avere quell’input che ti permette di arrivare fin sulla cima della montagna. Lui il suo contributo lo ha dato, nonostante gli manchi ancora il ritmo partita. Quello verrà tra qualche settimana, ma il suo rimane un recupero importantissimo per la Happy Casa. Che proprio contro le “V nere” ha potuto ammirare il miglior Ky Bowman della stagione. Sulla graticola il giocatore ex Golden State ci era finito (e non da poco tempo).
Negli ultimi tempi le voci di un suo possibile taglio si erano fatte sempre più insistenti, perché diciamola tutta finora non aveva reso secondo le aspettative. Arrivato in Puglia in “pompa magna” e con grandissime attese, Bowman non è mai stato in grado di lasciare il segno. Ha aspettato la serata contro Bologna per ergersi a vero “one man show” deliziando il pubblico del PalaPentassuglia con le sue giocate di classe. È stato lui a suonare la carica in avvio di ultimo quarto, è stato lui a caricarsi la squadra sulle spalle e a condurla all’incredibile rimonta. E’ stato lui a mettere dentro la tripla che a -6” è valsa la vittoria. Finalmente verrebbe da dire. La corsa alla salvezza dei biancazzurri passa anche dalle sue mani, la risalita della “banda Vitucci” dipende anche dalle sue prestazioni.
Per la squadra brindisina Bowman può (e deve) essere l’ago della bilancia nel girone di ritorno. Alla stessa stregua di D’Angelo Harrison. La prova del nove sarà domenica, ancora sul campo amico, contro Reggio Emilia. E quella si che sarà una partita che Brindisi non potrà permettersi di sbagliare. 
[FIRMA-E-SIGL]A.Rod.
[RIPRODUZ-RIS]© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA