A Benevento finisce 0-0, il pari sta stretto al Lecce: squadra in ripresa e occasioni sprecate

Venerdì 10 Settembre 2021 di Francesco BUJA

IL COMMENTO

Finisce senza gol al “Ciro Vigorito” il confronto tra  Lecce e Benevento. Già nei primi minuti il Lecce aveva fatto intendere di non voler farsi piegare da una squadra annunciata quale la più favorita per la promozione i serie A. E nel secondo tempo i ragazzi di Baroni hanno sfiorato il vantaggio colpendo un palo su tiro di Strefezza. Non l’unico affondo dei salentini. Il Benevento ha sprecato l’occasione di segnare  nel finale, quando Improta ha mandato fuori la palla a porta vuota. Probabilmente la squadra di mister Caserta è stata sorpresa dalla verve degli ospiti, i quali hanno provato anche nei minuti finali ad aggiudicarsi i tre punti. Non ci sono riusciti, ma il Lecce ha fornito una confortante indicazione al proprio mister e ai suoi tifosi.

SECONDO TEMPO

95': triplice fischio: finisce zero a zero tra Benevento e Lecce

92': girata di Coda, risponde la retroguardia sannita. Il Lecce ci prova fino alla fine

90': assegnati cinque minuti di recupero

87': clamoroso errore di Improta su cross di Foulon: mette fuori la palla, a porta vuota. Sarebbe stata scritta la beffa per il Lecce

85': Paganini, lanciato dal portiere Gabriel, calcia alto. E ancora reti bianche. Baroni manda in campo Olivieri ed Helgason, fuori Di Mariano e Gargiulo. Il Benevento ha sostituito Calò con Vokic. Degno di nota negli ultimi minuti anche un tiro di Acampora, finito oltre il legno orizzontale. Il Lecce cala un po'

75’: Il Lecce spreca un contropiede: Gargiulo tira malamente e Paleari para. Anche Baroni è ricorso a forze fresche: fuori Strefezza, è entrato Paganini; è uscito Majer, sostituito da Bjonrkengren

70': ancora un violento tiro di Strefezza, palla fuori ma vicina al palo. Il Benevento sta rischiando. Mister Caserta ha mandato in campo Tello, al posto di Ionita e Brignola per Insigne

65'. ancora salentini vicini al vantaggio: il colpo di testa di Coda, imbeccato da Calabresi, finisce di poco al lato. Annullato per fuorigioco un gol ai padroni di casa

63': palo del Lecce colpito da Strefezza dal limite dell'area. Il Lecce merita il vantaggio

60’: Ancora zero a zero. Sul taccuino un’occasione al 59’ per i sanniti: palla che attraversa l’area salentina su corner, sinistro di Foulon, ribatte la difesa avversaria. Sul taccuino, poco prima, annotato un tiro strozzato di Coda, sugli sviluppi di un corner, parato da Paleari senza timore. I sanniti hanno sostituito Elia con Acampora e Moncini con Sau

52: conclusione di Hjulmand al volo dal limite dell'area, si oppone Paleari con una notevole parata

49': l'arbitro consulta la moviola in campo. Si accerta che la palla era stata colpita di petto da Calò, quindi non si assegna il penalty ai salentini

48': rigore per il Lecce, forse per un fallo di mano

46': comincia il secondo tempo. Il Lecce ha sostituito Gendrey con Calabresi

IL PUNTO ALL'INTERVALLO

Inizio arrembante del Lecce, che nei primi nove minuti ha creato cinque occasioni per sbloccare il risultato. Poi la furia dei salentini si è persa. Il Benevento tuttavia non è riuscito a trovare spazi, se non al 27’ minuto, quando il capitano del Lecce, Fabio Lucioni, ha rischiato l’autorete sul cross di Foulon: il portiere Gabriel ha mandato la palla in angolo. Poi un contropiede sprecato da parte dei salentini e un tiro forte ma impreciso del beneventano Elia. Partita piacevole, seppur ancora senza gol, ma ci si aspettava qualcosa in più dai padroni di casa. Il Lecce invece è diverso da quello che ha deluso nelle prime due giornate di campionato.

IL PRIMO TEMPO

46': dopo un minuto di recupero, sospese le ostilità. Ancora reti inviolate

41': Benevento pericoloso: lancio per Elia, questi calcia dal limite dell'area di rigore, tiro forte che finisce oltre la traversa. Un minuto prima si è registrato il contropiede del Lecce: Coda si è involato verso la porta, palla sulla sinistra Di Mariano, il quale ha sprecato favorendo la parata di Paleari

34’: esce Gabriel su Improta: provvidenziale

27’: occasione per i sanniti: dalla corsia mancina il cross di Foulon fino all’area di rigore, Lucioni anticipa Moncini rischiando l’autogol, ma Gabriel sventa il pericolo in corner.

20': il Lecce si è quietato, quindi i padroni di casa provano a gestire la partita, ma non trovano varchi, pressati dai salentini

10’: Lecce subito a spron battente. Pericoloso già al secondo minuto con un colpo di testa Majer. Poco dopo occasione per i salentini: Coda, solo davanti a Paleari, viene fermato da Vogliacco. Poi su un corner la testata di Lucioni da buona posizione, ma senza trovare la porta. E al 7’ minuto contropiede Di Mariano impegna severamente Paleari. Sulla respinta arriva Strefezzi che però, a due passi dalla porta, non inquadra la porta. Un minuto dopo, ancora il Lecce: cross di Strefezza dalla fascia destra, testa di Coda, ma Paleari para agevolmente. Subito dopo, si rende vivo il Benevento: traversone di Ionita, sfiora Elia di testa: palla fuori.

1': Sfida cominciata. Calcio d'inizio battuto dagli ospiti. Mister Baroni cerca la prima vittoria in questo campionato proprio contro la squadra che nella stagione 2016-17 guidò alla prima promozione in serie A. Anche Lucioni e Tuia sono ex del Benevento, oltre a Coda. L’attaccante fissò sul 3-3 la pirotecnica sfida tra sanniti e salentini al “Vigorito” alla prima giornata del campionato 2018-19. Il Benevento rimontò lo svantaggio di tre gol. Ex del Lecce invece è, ma da calciatore, il mister dei campani, Fabio Caserta.

L'ATTESA

Fischio di inizio alle 20,30: ardua missione per il Lecce in terra sannita, per il terzo atto del campionato di serie B. I salentini si misurano con la squadra che qualche giorno fa ha battuto per cinque reti a una il Napoli in amichevole. Il Benevento è reduce dalla sconfitta di Parma, dopo la vittoria tutt'altro che agevole, alla prima giornata, sulla neopromossa Alessandria.

Le formazioni 

I campani non schiereranno l'ex del Lecce, Gianluca Lapadula, impegnato a far qualificare la nazionale peruviana ai mondiali, ma vantano un organico di rispetto. Il tecnico dei salentini, Marco Baroni, infatti, reputa il Benevento la squadra più forte della cadetteria. Fra i leccesi invece sarà disponibile il terzino sinistro Gallo, avendo  archiviato un problema al ginocchio. La sfida si annuncia tosta, tipicamente mediterranea. Scaldata anche per il calore che tradizionalmente caratterizza le due compagini e i loro tifosi. E perché le contendenti sono ansiose di ingranare la marcia giusta per la promozione in serie A.

BENEVENTO: Paleari, Foulon, Barba, Vogliacco, Letizia, Calò, Ionita, Elia, Insigne, Improta, Moncini. In panchina:  Muraca, Manfredini, Acampora, Abdallah, Tello, Voci, Glik, Di Serio, Sau, Masciangelo, Talia, Brignola. Allenatore: Caserta                                                                                                                                                                                                                                                                                      
LECCE: Gabriel, Lucioni, Gargiulo, Coda, Di Mariano, Tuia, Gendrey, Gallo, Strefezza, Majer, Hjulmand. In panchina: Bleve, Meccariello, Paganini, Olivieri, Helgason Bjarnason, Listkowski, Björkengren, Blin, Barreca, Calabresi, Rodriguez. Allenatore: Baroni

ARBITRO: Alberto Santoro, di Messina

Ultimo aggiornamento: 22:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA