Daniele Vicari: «Creativi contro la paura, il mio smart film in epoca Covid girato da casa»

Martedì 12 Maggio 2020 di Ida Di Grazia
Daniele Vicari: «Creativi contro la paura, il mio smart film in epoca Covid». In scena, da casa, Ragonese, Marchioni e tanti attori amici
Il cinema italiano supera il distanziamento sociale e lancia un segnale importante, quello di non fermarsi, grazie a Daniele Vicari. In attesa della riapertura dei set cinematografici il regista di Diaz e Sole, Cuore Amore, ha iniziato le riprese de Il giorno e la notte lo scorso 4 maggio, in piena fase 2, lavorando completamente da remoto. 

Si tratta del primo film interamente in smart-working, gli attori - Dario Aita, Elena Gigliotti, Barbara Esposito, Francesco Acquaroli, Isabella Ragonese, Matteo Martari, Milena Mancini, Vinicio Marchioni, Giordano De Plano - recitano dalle proprie abitazioni e tre coppie su quattro lo sono anche nella vita reale, che permette l’interazione nella recitazione come baci e abbracci, gesti che sul set reale non sarebbero consentiti. Vicari inaugura così un nuovo genere cinematografico che potremmo definire lockdown movie. 

«L’idea di fare un film nonostante il lockdown e il distanziamento sociale, le mascherine e la paura del contagio - ha spiegato il regista - nasce proprio dalla voglia di tradurre artisticamente questo momento. Una voglia condivisa con i miei principali collaboratori e con un gruppo di attori e attrici che amo profondamente, per reagire creativamente alla paura, non per raccontare il coronavirus ma quella condizione di isolamento e restrizione che ha caratterizzato gli ultimi due mesi della nostra vita». Non si tratta dunque di un istant movie, ma di una storia di pura finzione che parte quando il telegiornale dà la notizia che è in corso un misterioso attentato chimico nella città di Roma. Tutti sono obbligati a chiudersi in casa senza poter mai uscire. 

Dotati di smartphone, microfono esterno e uno stabilizzatore, sono gli attori stessi ad effettuare le riprese, che dureranno cinque settimane, con la supervisione del regista che da casa sua coordina il lavoro con la collaborazione del direttore della fotografia Gherardo Gossi, della scenografa Beatrice Scarpato e delle costumiste Francesca e Roberta Vecchi. Il film è prodotto dalla Minollo Film, è scritto da Daniele Vicari e Andrea Cedrola, montaggio di Andrea Campajola e musiche originali di Teho Teardo Ultimo aggiornamento: 09:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA