Dalla prima plusvalenza alla partita del cuore: cinque cose che ancora non sapete su Pantaleo Corvino

di Giuseppe ANDRIANI
Venerdì 23 Settembre 2022, 18:10 - Ultimo aggiornamento: 19:15 | 1 Minuto di Lettura

La prima plusvalenza: Argentieri dallo Scorrano all'Ostuni

La prima plusvalenza di una lunga carriera da direttore sportivo per Pantaleo Corvino fu legata a un giocatore che veniva dal San Vito dei Normanni. Erano gli anni Ottanta, prelevò Sergio Argentieri e lo portò allo Scorrano, squadra di cui era diesse. «Il calciomercato dei dilettanti quell'anno si svolgeva a Galatina - ha raccontato il diesse -, ho insistito a lungo con il San Vito per averlo e dopo tre giorni me l'hanno dato. Lo pagai 5 milioni di lire,  dopo un anno l'ho rivenduto all'Ostuni per 15 milioni. Senza quell'affare non ci sarebbero stati tutti gli altri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA