Il coronavirus? Ora è custodito in una banca tra le Alpi della Svizzera

Giovedì 14 Ottobre 2021 di Francesca Pierantozzi

Il parallelepipedo in cemento anni ’60 ha l’aria di una quelle banche svizzere da cartolina, incastonato com’è tra le Alpi Bernesi sullo sfondo, i prati verdi intorno, il lago di Thouna a valle, la sua porta a vetri antiproiettile, il parcheggio immacolato.

E in parte lo è, una banca, il “Labor Spiez”, come recita la grande insegna rossa sulla...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 10:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA