“Nastrini rossi", prof in piazza a Bari, a Palermo e Potenza

Protesta in corso nelle città del Sud: i docenti immessi in ruolo lo scorso anno con il Piano straordinario della legge 107 in queste ore (dalle dieci di oggi) stanno facendo pressing sulla politica e sulle istituzioni perché sia trovata una soluzioni per evitare il trasferimento al nord. I docenti pugliesi, uniti dal simbolo di un nastrino rosso - sostenuti dalle segreterie regionali di Flc Cgil, Cisl scuola, Uil scuola, Snals, - hanno fatto un presidio sotto la sede del Consiglio regionale, in via Capruzzi a Bari, e ora sono in delegazione all'Ufficio scolastico regionale. Il nodo più difficile da sciogliere riguarda i docenti che non hanno l'abilitazione per il sostegno e per i quali l'unica possibilità è nell'assegnazione provvisoria. I docenti con l'abilitazione per il sostegno, invece, è molto probabile che rimangano in regione grazie alle tremila cattedre in deroga, ossia per il sostegno.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 8 Agosto 2016 - Ultimo aggiornamento: 10-08-2016 09:54