Silvio Berlusconi non si arrende: «Sto meglio. Sono i giudici la mia malattia»

Giovedì 10 Giugno 2021
Silvio Berlusconi non si arrende: «Sto meglio. Sono i giudici la mia malattia»

Silvio Berlusconi sta meglio: dopo gli ultimi problemi di salute, compreso il Covid qualche mese fa, il Cavaliere non molla ed è sulla via della guarigione. Ma ribatte senza peli sulla lingua su quanto di recente affermato da Luigi Di Maio, che ha chiesto scusa per l'uso della «gogna come strumento di campagna elettorale». Come scrive oggi il Corriere della Sera, la questione legata alla giustizia - e la proposta di riformarla - sono cavalli di battaglia storici di Berlusconi: «Se ne sono resi conto solo ora a sinistra?», la sua reazione alla recente proposta (venuta anche dal Pd) di separare le carriere dei magistrati.

 

Con la giustizia, Berlusconi ha avuto un rapporto complicato: tanti processi, una condanna che gli costò l'interdizione e anche il posto in Senato. Ora l'ultimo processo Ruby, le cui udienze sono però continuamente rinviate per via dei suoi problemi di salute. «Sto meglio, grazie. Sono i giudici la mia malattia», avrebbe detto più volte in tempi recenti, scrive il Corriere che cita le sue parole di qualche anno fa sui «36 processi e oltre 3mila udienze» e sui «770 milioni spesi in avvocati». Gli anni passano, ma il chiodo fisso di Berlusconi resta sempre lo stesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA