Vaccini, Bloomberg: «Ue ha esportato 34 milioni di dosi». Da Pfizer altri 4 milioni entro marzo, all'Italia 532mila

Vaccini, Ue: «Da Pfzer altre 4 milioni di dosi». Per l'Italia entro marzo altre 532mila
Vaccini, Ue: «Da Pfzer altre 4 milioni di dosi». Per l'Italia entro marzo altre 532mila
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Marzo 2021, 11:31 - Ultimo aggiornamento: 23:55

Hanno fatto notizia le 250 mila dosi di vaccino AstraZeneca dirette in Australia e bloccate dall'Italia ma potrebbero essere solo una goccia dell'enorme flusso di esportazioni partite dalla Ue. Secondo Bloomberg finora sono state circa 34 milioni le dosi uscite dall'Unione europea verso altri Paesi. Intanto Bruxelles ha annunciato un nuovo accordo con Pfizer per quattro milioni di vaccini aggiuntivi in arrivo entro la fine di marzo. Di questi, oltre 500 mila spetteranno all'Italia.

Delle 34 milioni di dosi esportate, 9,1 milioni sono finite al Regno Unito, 954 mila agli Stati Uniti e 3,9 milioni al Canada. Bloomberg cita un documento riguardante le spedizioni effettuate fino al 9 marzo scorso, «distribuito agli ambasciatori presso l'Ue». In tutto le esportazioni hanno riguardato 31 Paesi e sono state 249 su 258 le richieste di export autorizzate. 

Se confermata, la notizia di Bloomberg, getta nuova luce sulle mancate consegne di dosi che hanno contraddistinto il primo trimestre e riguardato soprattutto AstraZeneca. Non solo: sarebbe la conferma dei sospetti della Ue che a decidere l'export di vaccini verso Paesi extra europei siano ragioni di tipo commerciale.

Altri 4 milioni di dosi Pfizer

L'ultima azienda ad aver annunciato un possibile taglio delle consegne nel secondo trimestre (ma non su base annua) è stata ieri Johnson&Johnson. Bruxelles ha minimizzato assicurando di avere dosi a sufficienza per raggiungere l'obiettivo di immunizzare il 70% dei cittadini europei entro l'estate. L'ultimo annuncio, in questa direzione, è di oggi: «Per affrontare le varianti aggressive del virus e per migliorare la situazione nei punti critici, è necessaria un'azione rapida e decisa. Sono lieta di annunciare oggi un accordo con BioNTech-Pfizer, che offrirà agli Stati membri di mettere a disposizione un totale di 4 milioni di dosi di vaccini entro la fine di marzo che verranno fornite in aggiunta alle consegne già previste»,ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. «Ciò aiuterà gli Stati membri nei loro sforzi per tenere sotto controllo la diffusione di nuove varianti», ha aggiunto.

Terza ondata Covid, quando il picco? Pregliasco: «Rischio 40.000 casi al giorno, normalità fra 7-13 mesi»

Vaccino, Sileri: «Subito una dose per tutti, ritardare i richiami. Lockdown nazionale? Non serve»

«Per l'Italia - precisano fonti di palazzo Chigi - ciò equivale ad una quota aggiuntiva di 532mila dosi che saranno consegnate nelle ultime due settimane di marzo e che aiuteranno ad affrontare l'emergere di nuovi contagi e varianti».

Covid, nel mondo superati i 2,6 milioni di morti. Brasile record: terapie intensive quasi piene

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA