Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Giornata mondiale della Terra, flash mob e alberi piantati dagli studenti del Liceo Da Vinci di Maglie

Giornata mondiale della Terra, flash mob e alberi piantati dagli studenti del Liceo Da Vinci di Maglie
3 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Aprile 2022, 19:36 - Ultimo aggiornamento: 19:37

Azioni concrete per difendere il Pianeta. Si celebra oggi la Giornata mondiale della Terra. Tanti i progetti messi in campo. 

Bari

Da Bari don Ciotti, presidente di Libera intervenendo al 70esimo congresso della Federazione universitaria cattolica italiana, nel Politecnico di Bari, in occasione dei 125 anni della fondazione della Fuci ha dichiarato: «Oggi dobbiamo sentire ancora di più il grido dei poveri e della terra, consapevoli che i disastri ambientali e i disastri sociali non sono crisi diverse ma un'unica crisi socio-ambientale». L'intervento si tenuto nell'ambito del congresso dedicato al tema "Comprendiamo le città".

«Il 75% delle terre emerse e il 66% dei mari sono compromessi, ci dicono gli scienziati. Questa è la sesta estinzione di massa - ha detto nella sua prolusione don Ciotti - ma la prima che l'essere umano sta costruendo, noi con le nostre scelte e la nostra indifferenza, con la nostra non assunzione di responsabilità». «Gli esseri umani rappresentano solo il 3% degli esseri viventi sulla terra, l'85% sono piante, alberi e fiori, viviamo grazie a loro. Allora - ha concluso - dobbiamo ascoltare di più il grido della terra che soffre, come quello dei fragili delle nostre città e periferie che soffrono, non geografiche ma esistenziali, di ogni forma di miseria».

Le iniziative 

A Maglie, in provincia di Lecce, gli studenti del Liceo Scientifico "Leonardo Da Vinci" di Maglie ha voluto contribuire a diffondere un messaggio di Speranza e Rinascita per il nostro Pianeta, attraverso una canzone dal titolo “Batti il Tacco”, interpretata dalle studentesse e studenti del liceo, di cui è autrice la loro docente di Storia e Filosofia professoressa Manuela Pulimeno.

«A ritmo di musica, dal tacco d’Italia risale lo Stivale il messaggio di Speranza dei nostri giovani, consapevoli delle difficoltà che sta attraversando da anni il Salento, flagellato dalla Xylella, ma desiderosi di spendersi in prima persona per migliorare il territorio in cui vivono, a partire dalla scuola e dalle nostre comunità», fanno sapere della scuola. 

Video

La canzone ha ricevuto anche il plauso della sottosegreteria all’Istruzione, senatrice Barbara Floridia, con delega alla Transizione Ecologica e Culturale per le Scuole (Piano RiGenerazione Scuola), un progetto a cui il Liceo  di Maglie partecipa con un percorso formativo denominato "Green Open Lab -Da Vinci’.  

L'impegno degli studenti si è concretizzato anche con la piantumazione di cento alberi che gli stessi studenti hanno messo a dimora per riqualificare gli spazi esterni, rendendoli accoglienti e fruibili anche come spazi didattici all’aperto.  

La Dirigente Scolastica Annarita Corrado, attenta alle tematiche legate all’ambiente, sostiene e alimenta presso gli studenti questa sensibilità ecologica anche attraverso tutta una serie di iniziative già in cantiere, cogliendo le diverse opportunità offerte da bandi ad hoc del Ministero dell’Istruzione e dei Pon Fesr.

© RIPRODUZIONE RISERVATA