Roma, movida sorvegliata speciale: trenta sanzioni della municipale per violazione delle norme anti Covid

Sabato 16 Gennaio 2021 di Emilio Orlando
Un controllo durante le ore della movida

Trenta persone sanzionate per assembramenti. Un tentativo di organizzare un rave a San Lorenzo sventato. Un blitz a durante una festa di laurea in piazza Testaccio. Tutto in una notte. E' il bilancio dell'attività di controllo, della polizia Roma Capitale, disposta dal neo comandante Ugo Angeloni in tutta la città per la tutela della salute collettiva e per la verifica del rispetto del codice della strada. Uomini e mezzi impiegati secondo un preciso schema che, ha portato risultati importanti legati al rispetto delle norme anti Covid.  I verbali elevati dagli agenti del gruppo sicurezza sociale ed urbana con quelli dei gruppi territoriali della polizia municipale sono stati 30 nei confronti di trasgressori delle disposizioni anti contagio e per consumo di alcolici in strada. In particolare, nelle piazze di San Callisto e Santa Maria in Trastevere, gli agenti sono dovuti intervenire per sciogliere alcuni assembramenti e isolare temporaneamente le aree: 20 i ragazzi che, nonostante il tentativo di dileguarsi nelle vie del quartiere, sono stati fermati e sanzionati.

Roma, inseguimento con spari e speronamento: feriti un agente e un malvivente. Paura in strada

 

 

Madre, figlio e cugina pusher a turno: guadagni da 30mila euro al mese

Analoghi interventi anche nel quartiere San Lorenzo, in piazza dell'Immacolata e a piazza Testaccio, dove erano da poco passate le 19 quando le pattuglie hanno identificato un gruppo o di persone a seguito di una chiamata per una festa di laurea all'aperto e consumo di alcolici in strada: una decina le sanzioni elevate.
I controlli da parte dei caschi bianchi proseguiranno secondo il piano di vigilanza predisposto dal Comando Generale, sempre al fine di tutelare la salute collettiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA