Bollettino Covid Lombardia 2 dicembre, 2.620 nuovi casi. Fontana: «La regione resta in zona bianca»

Milano resta la provincia col maggior numero di nuovi positivi, 896 in tutto di cui 374 a Milano città

Giovedì 2 Dicembre 2021

Salgono i contagi in Lombardia, ma la regione resta in zona bianca anche la prossima settimana. Secondo il quotidiano bollettino diramato da Regione Lombardia sulla diffusione del Covid-19, a fronte di 147.234 tamponi effettuati, sono 2.620 i nuovi positivi (1,7%). Aumentano di 3 i pazienti ricoverati nelle terapie intensive, mentre sono 6 più di ieri quelli nei reparti. Si registrano 17 decessi, per un totale di 34.413 dall'inizio della pandemia. Milano resta la provincia col maggior numero di nuovi positivi, 896 in tutto di cui 374 a Milano città. A seguire ci sono Brescia con 337 nuovi casi, Varese con 225, Monza e Brianza con 247, Como con 172, Mantova con 124, Bergamo con 122 e Pavia con 121. A Cremona i nuovi positivi sono 85 più di ieri, a Lecco 75, a Lodi 63 e a Sondrio 52. 

 

Leggi anche > Covid in Italia, il bollettino di giovedì 2 dicembre: 16.806 nuovi casi e 72 morti. Tasso di positività al 2,5%

 

«La Lombardia sarà in zona bianca anche la prossima settimana. Nonostante i numeri assoluti di ricoveri e contagiati aumentino, quelli che domani saranno valutati dalla cabina di regia di Iss e Ministero della Salute, mostrano una percentuale di crescita inferiore rispetto alla settimana precedente. La progressione dei contagi, per esempio, si è dimezzata passando da 59,2% a 27,4%». Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. «Il dato ancora più rassicurante - ha sottolineato - è che l'indice Rt ospedaliero, che forniva proiezioni di un incremento di posti letto a fine dicembre, passa da 1,3 della valutazione di domani (con dati riferiti a 7 giorni fa) a 1,14 di oggi. Un calo che modifica quindi in positivo la precedente previsione». Quindi, ha concluso, «niente allarmismi, ricordiamoci che lo scorso anno in questo periodo, dopo un mese di zona rossa, avevamo 3.437 ricoverati nei reparti ordinari, oggi 887 e 489 ricoverati in terapia intensiva, oggi 108. Tutto questo è sicuramente anche merito dell'incremento del numero di terze dosi dei vaccini e anche di prime».

Ultimo aggiornamento: 18:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA