Torino, a 11 anni scappa di casa: «Non sopportavo più vedere i miei genitori litigare»

Domenica 13 Settembre 2020
Torino, a 11 anni scappa di casa: «Non sopportavo più vedere i miei genitori litigare»
«Ero stufo di sentirli litigare, non ce la facevo più e volevo starmene un po' da solo». Così ha spiegato la sua fuga da casa un bambino di 11 anni che, dopo l'ennesima lite tra i genitori, è scappato e ha percorso a piedi diversi chilometri. Dal centro di Torino, dove vive, il ragazzo è giunto fino a Moncalieri, dove è stato avvistato da un vigilante che lo ha fatto accomodare nella sua auto prima di avvertire i carabinieri.

Leggi anche > Nonno fa retromarcia e non vede la nipote: bimba di un anno muore schiacciata nel cortile di casa

È accaduto due sere fa: come riporta anche l'edizione di Torino de La Repubblica, l'undicenne si era allontanato da casa con l'intenzione di andare a trovare un amico, ma si era perso durante il percorso a piedi, anche a causa del buio. Poco dopo le 21, il bambino aveva chiesto aiuto ad una guardia giurata che stava lavorando davanti a una banca di Borgo d'Aje, sulla strada per Trofarello.

«Mi può aiutare? Non so dove mi trovo», aveva chiesto il bambino. Il vigilante, a quel punto, ha chiamato i carabinieri, mentre i genitori, che si erano accorti della sua assenza, si erano già recati in caserma per denunciarne la scomparsa. I militari hanno poi riaccompagnato l'undicenne a casa. © RIPRODUZIONE RISERVATA