Pomeriggio 5, avvelena la mamma e il suo compagno. La vicina: «Mi diceva che il figlio è un mostro»

Lunedì 19 Aprile 2021

Il ragazzo di 19 anni che ha avvelenato la madre e il suo compagno a Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, è stato arrestato dai Carabinieri. L'uomo non è riuscito a sopravvivere mentre la mamma si trova in rianimazione ma sembra essere fiori pericolo. Pomeriggio Cinque racconta la storia di quella famiglia e ha intervistato la vicina di casa del giovane che ha ricordato cosa è successo la sera della tragedia.

 

Leggi anche > Belluno: festeggia il suo compleanno, poi esce in giardino e muore d'infarto

 

La donna ricorda che stava preparando la cena quando ha iniziato a sentire forti rumori e le richieste di aiuto della sua vicina, e anche amica. La sera della cena Alessandro aveva voluto preparare la cena, delle pennette al salmone nelle quali però ha messo del veleno. Subito dopo cena il compagno della mamma si è messo sul divano dicendo che non si sentiva bene, a quel punto il 19enne ha portato la mamma in camera, ha alzato il volume della musica per non far sentire alla donna il rantolo dell'uomo. Lei si è insospettita per le attenzioni e l'affetto improvviso e non solito nel giovane, e ha insistito per andare dal compagno, ma a quel punto il figlio è esploso.

 

Alessandro ha provato ad uccidere la donna, che aveva mangiato solo poca pasta perché troppo salata, si è avventato su di lei dicendole: «Mi è saltato al collo, ha provato a soffocarmi e mi ha detto “ma come è che non muori nemmeno con il veleno”». Poi però il ragazzo ha negato e ha detto che la mamma avrebbe messo il nitrito nella cena. La vicina però ha raccontato che la donna le diceva mentre intervenivano i soccorsi: «mio figlio è un mostro, non mi lasciare».

Ultimo aggiornamento: 20 Aprile, 13:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA