INFLUENZA: CENTOMILA A LETTO E VACCINI IN CALO, MA ARRIVA L'ANTICICLONE DI NATALE

Lunedì 24 Dicembre 2012
ROMA - Aumentano i casi di influenza in questi giorni. In una settimana centomila italiani sono finiti a letto con febbre, raffreddore e dolori alle articolazioni. «Per la settimana di Natale - precisa Fabrizio Pregliasco virologo dell’università di Milano a 'Il Messaggero' -ci attendiamo un numero di casi sostanzialmente stabile. Ancora intorno ai 100-110mila. Le temperature non troppo basse ci aiutano. La curva dell’epidemia, con ogni probabilità, si impennerà più avanti. Non escludo che il picco coincida con la riapertura delle scuole dopo le vacanze di fine anno».



VACCINAZIONI IN CALO La campagna di vaccinazioni, iniziata a metà ottobre, non è decollata. Il ritiro di milioni di dosi, alcune settimane fa, e il ritardo della disponibilità dei farmaci hanno ridotto la fiducia dei pazienti a rischio. Meno 20-25% dicono i medici.  «La copertura non ottimale della vaccinazione delle persone a rischio - commenta Luca Pani direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco - determina un aumento dei ricoveri per complicanze e, purtroppo, anche di decessi legati al virus».



ANTICICLONE IN ARRIVO Sotto l'albero gli italiani troveranno l'anticiclone di Natale che porterà tempo soleggiato al centro-sud, dove in molte zone si toccheranno, e in qualche caso supereranno, i 20 gradi a causa dei venti di scirocco. Il nord, invece, verrà lambito da umide correnti atlantiche che porteranno soprattutto nuvole, con poche piogge e deboli nevicate ad alta quota sulle Alpi.


.
© RIPRODUZIONE RISERVATA