Addison Rae, 5 milioni l'anno per sorridere su TikTok: quattro ragazze le influencer più pagate

Sabato 12 Settembre 2020 di Maria Serena Patriarca
Addison Rae, 5 milioni l'anno per sorridere su TikTok: la classifica delle influencer più pagate

I 60 secondi che possono cambiarti la vita. Questo il tempo-lampo su cui giocano la popolarità e il successo le social star di TikTok. E le più abili nel gestire il giro di milioni di dollari che mette in moto la App sono proprio le donne. Lo rivela il recente studio di Forbes che analizza come da semplici tiktokers ci si possa trasformare in Queens, reginette di views e di guadagni a più zeri.

Tutto grazie ai minuti online di movenze ritmate a suon di musica che mandano in visibilio i fan. Il trono dei più alti guadagni grazie alla nota app (scaricata da più di un miliardo di utenti) vede un netto vantaggio al femminile, con le prime quattro posizioni detenute da ragazze, e i colleghi maschi presenti solo dalla quinta posizione in poi. Dopo un'accurata analisi fra interviste dirette con le influencers, i loro agenti marketing e gli investitori che hanno scommesso sulla discussa app, analizzando l'anno che va dall'estate 2019 all'estate 2020, si è giunti a stilare la sorprendente classifica che rivela cifre di affari da capogiro intorno alle veloci sequenze musicali che incollano i nostri figli allo smartphone.

La prima nella golden list delle monetizzazioni da urlo è la diciannovenne statunitense Addison Rae Easterling, ballerina ventenne della Louisiana che ha conquistato i fan anche grazie a movenze twerk, il ballo più cool del momento fra i giovanissimi, frutto di veloci movenze di fianchi e lato B. Con quasi 60 milioni di followers, una propria linea di makeup e accordi di business con American Eagle e Spotify, il guadagno di Addison si aggira sui 5 milioni di dollari all'anno.

VIDEO VIRALI
Medaglia d'argento per Charli D'Amelio, con un giro di affari di 4 milioni di dollari; i suoi video, dal primo postato nel giugno 2019, sono diventati virali in pochi giorni. La sedicenne Charli è divenuta così popolare da trasferirsi dalla sua casa natale, nel Connecticut, alla più mondana Los Angeles, contesa agli eventi glamour. Oggi quasi 86 milioni di fan la seguono su TikTok. Con 2,9 milioni di dollari sua sorella, Dixie D'Amelio (37,6 milioni di followers), si aggiudica il terzo posto, anche in qualità di testimonial di brand di cosmesi e abbigliamento; il video del suo singolo Be Happy in soli due mesi ha totalizzato 77 milioni di streams diventando il numero uno fra i trending videos di YouTube.

Al quarto posto c'è Loren Gray, con un business di 2,6 milioni di dollari e 47,2 milioni di followers. Loren ha scelto di gestirsi in prima persona, senza affidarsi ad agenti o manager. Grazie ad una partnership con la Virgin, dal 2018 sono usciti otto suoi singoli, che hanno fruttato accordi di marketing con multinazionali come Hyundai e Burger King. I tiktokers maschi di grido, come Josh Richards, Michael Le e Spencer X occupano solo i posti dal quinto in poi, con guadagni che si aggirano fra 1,2 e 1,5 milioni di dollari, comunque inferiori rispetto a quelli delle reginette sopra citate.

LE ITALIANE
Fra le rivelazioni al femminile di TikTok la diciannovenne americana di origini filippine Bella Poarch: in agosto ha postato un lyp-sync (un playback che somiglia ad una danza del viso) della canzone Sophie Aspin Send della rapper Millie B., zoomando sulla sua faccia e totalizzando 200 milioni di visualizzazioni. Il video ha dato inizio ad un trend virale worldwide. Da tenere d'occhio anche Ariel Rebecca Martin (Baby Ariel), social media star con 34,7 milioni di followers all'attivo grazie ai video-lampo dove ammicca al pubblico dei teenagers con sequenze musicali sexy. Le top tiktokers italiane sono anche autrici di libri.

Le gemelle sedicenni peruviane naturalizzate milanesi Kessy e Mely sono seguite da 5,8 milioni di fan e nel 2018 hanno pubblicato il volume Un Ragazzo tra Noi. Seguono Elisa Maino (5,4 milioni di followers) e la ventenne Virginia Montemaggi (4,9 milioni), che impazza online con i suoi duetti. La Maino ha pubblicato due libri (Ops e Non Ti Scordar di Me), e Virginia Montemaggi è autrice del testo Pianeta Social Party. Gli utenti attivi ogni mese su TikTok sono 800 milioni, con un'età media che va dai 16 ai 24 anni e una prevalenza (56%) di maschi. Il tutto, nel 2019, ha generato business per 115,3 milioni di dollari e ad oggi si stima che TikTok abbia raggiunto quota 247,6 milioni di dollari di guadagni. L'utente medio trascorre quasi un'ora al giorno sull'App e il 90% degli utenti la apre più di una volta al giorno.

I PERICOLI
Ma quali criticità, al di là delle opportunità, possono nascondersi dietro il meccanismo del successo social della App fra i giovani? Paola Arangio, psicologa e psicoterapeuta esperta in problemi dell'adolescenza, spiega che «la ricerca di conferme e approvazione tipica dei teenagers, che noi genitori da ragazzi cercavamo nel gruppo dei coetanei, oggi viene soddisfatta dal gruppo virtuale. Si può misurare in tempo reale con like e visualizzazioni. Tutto ciò crea dipendenza, attivando il circuito della ricompensa: tanto più un'azione è gratificante, tanto più tende a essere ripetuta nel tempo. Ma se i ragazzi basano autostima e identità sul successo ottenuto sui social, la gratificazione può essere immediata, ma la disillusione può essere dietro l'angolo.

TikTok va usata in modo responsabile: cosa che bambini, preadolescenti e adolescenti non sono in grado di fare da soli. Se si alimenta l'illusione che basta poco per diventare ricchi e famosi, senza avere particolari talenti, il messaggio che arriva ai ragazzi è che non bisogna studiare, impegnarsi o sacrificarsi per raggiungere un obiettivo, in questo caso la popolarità. Per ottenere più like e consensi è sufficiente essere divertenti o sexy, imitando atteggiamenti e movenze dei cosiddetti influencer e osando sempre di più». Fondamentale in questo caso diventa il ruolo dei genitori, e il dialogo con i propri figli.

Ultimo aggiornamento: 13 Settembre, 16:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA