Maltempo, ecco cosa resta dei lidi storici di Gallipoli dopo la tromba d'aria

Il vento oltre i 100 chilometri orari, la pioggia battente e le onde alte anche più di cinque metri hanno devastato la costa salentina e pugliese nei giorni scorsi, quando il ciclone mediterraneo ha costretto i sindaci a chiudere le scuole - anche se non tutti hanno ritenuto di adottare questo provvedimento - e molte aziende a una drammatica conta dei danni subiti.

Fra queste, gli stabilimenti balneari lungo la costa ionica, da Porto cesareo a Gallipoli, dove il mare ha inghiottito pontili e barche, trascinando quelle rimaste anche per centinaia di metri nell'entroterra. Ecco come è stato ridotto il Lido Piccolo, a Gallipoli, dalla furia delle onde.