Lesina, il candidato unico della Lega sconfitto: non ha raggiunto il quorum

Lunedì 21 Settembre 2020
FOGGIA -  A sconfiggerlo è stato l'astensionismo: per soli 58 voti infatti a Lesina non è stato raggiunto il quorum, pertanto il comune non avrà il suo sindaco e dovrà tornare al voto. È quanto rende noto la Prefettura di Foggia. Il caso singolare è accaduto nel comune foggiano dove oltre che per il referendum e le regionali si votava anche per il rinnovo del consiglio comunale.Alla competizione elettorale si è presentata una sola lista di centrodestra con un solo candidato alla fascia tricolore: Primiano Leonardo Di Mauro, a destra nella foto insieme all'europarlamentare Massimo Casanova, amico intimo di Matteo Salvini. L'ex vicesindaco era a capo della civica «Lesina Azzurra».
Affinché la votazione fosse valida, avrebbe dovuto recarsi alle urne il 50% più uno de 5746 elettori. L’affluenza è stata del 49,01%, pertanto si tornerà a votare per il rinnovo del consiglio comunale probabilmente nella prossima primavera.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA