Ucraina, lezione on line per i bambini russi su come «distinguere le bugie dalla verità»

Il governo russo ha dato alle scuole le linee guida su come gli insegnanti dovrebbero spiegare l'invasione dell'Ucraina ai bambini

Ucraina, lezione on line per i bambini russi su come «distinguere le bugie dalla verità»
3 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Marzo 2022, 17:29

La propaganda russa passa anche per le scuole. Dopo le lezioni con la versione del conflitto russo-ucraino in chiave filosovietica, i manuali sulla guerra distribuiti agli insegnanti approvati dal governo di Mosca e le lettere spedite ai genitori per tenere i figli lontano dai social, adesso arrivano le lezioni collettive on line per ribadire ancora una volta la versione del Cremlino. Il ministero dell'Istruzione russo ha ordinato agli istituti scolastici del paese di collegare le classi al portale istituzionale per una lezione virtuale dedicata ai bambini nella quale spiegare agli scolari «perché la missione di liberazione in Ucraina è una necessità». E’ quanto si legge in un post sul profilo Facebook del ministero dell'Istruzione della Federazione Russa.

Leggi anche > Ucraina, colpite due scuole a Chernihiv: almeno 9 morti e diversi feriti

Come riporta l’Independent, la lezione aperta solo ai russi era prevista per oggi, giovedì 3 marzo, alle 12 ora di Mosca, ma non è ancora chiaro se si sia svolta e quante scuole abbiano partecipato. Nel post diffuso sui social il Ministero dell’Istruzione russo dà i dettagli per collegarsi alla stanza virtuale e spiega che «ai telespettatori verrà raccontato il contesto degli eventi di oggi: il pericolo che la Nato rappresenta per il nostro paese, il perché la Russia si è battuta per la protezione dei civili delle repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk, e aiuterà anche a capire come distinguere la verità dalla menzogna nell'enorme flusso di informazioni, foto e video che oggi sta inondando Internet».

E' l'ultima mossa di una strategia secondo cui, riporta l'Independent, il governo russo ha dato alle scuole le linee guida su come gli insegnanti dovrebbero spiegare l'invasione dell'Ucraina ai bambini. Dal 1° marzo, alle scuole russe è stato detto di organizzare classi di studi sociali in cui gli insegnanti devono raccontare agli studenti la versione del governo del conflitto ucraino basandosi su guide e manuali "approvati" dove si afferma esplicitamente che l'invasione russa dell'Ucraina «non è una guerra» e ancora che «la nazione Ucraina non è esistita fino al XX secolo e nel 2014 ha subito un sanguinoso colpo di stato che ha instaurato un regime fantoccio americano». Secondo quanto riferito da una fonte scolastica ad Al Jazeera gli insegnanti sono obbligati a seguire questi manuali e fornire al Cremlino la prova che stanno conducendo le lezioni. Nei giorni scorsi i genitori hanno anche ricevuto lettere dalle scuole che li invitavano a tenere d'occhio il consumo dei social media da parte dei propri figli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA