Coppia gay insultata in California: «Pedofili e stupratori». L'aggressione sotto gli occhi dei figli

L'aggressione omofoba è avvenuta su un treno tra Los Angeles e Oakland. Per far scendere l'uomo è dovuta intervenire la polizia

Coppia gay insultata in California: «Pedofili e stupratori». L'aggressione sotto gli occhi dei figli
Coppia gay insultata in California: «Pedofili e stupratori». L'aggressione sotto gli occhi dei figli
3 Minuti di Lettura
Sabato 16 Aprile 2022, 18:53 - Ultimo aggiornamento: 19:11

«Pedofili, rapite i bambini». E' quanto si è sentita urlare addosso una coppia gay in viaggio con i figli un bambino di 6 e una bimba di 5 anni su un treno da Los Angeles ad Oakland in California. Il viaggio di circa dieci ore stava trascorrendo serenamente. Robbie Pierce un insegnante di Los Angeles libero per le vacanze di primavera era entusiasta di trascorrere un periodo di svago nell'area della baia di San Francisco con suo marito Neal Broverman e i figli. All'improvviso però un altro passeggero del treno si è avvicinato e ha cominciato a gridare al figlio di 6 anni: «Il matrimonio è tra un uomo e una donna. Ti hanno rapito e sono pedofili». E poi rivolto alla bambina di cinque anni ha detto: «Questa non è una famiglia! E voi rapite i bambini neri e asiatici e li stuprate».

Leggi anche > Chi paragona l'Urss alla Germania nazista sarà punito (anche col carcere): Putin firma la nuova legge

Pierce, riporta il Washington Post, ha raccontato di aver preso i bambini che piangevano terrorizzati e di averli portati in un'altra carrozza mentre suo marito, urlava al molestatore di allontanarsi. Il grave incidente è avvenuto alle 20 circa di martedì mentre il treno faceva tappa alla stazione di Diridon a San Jose. Inutile l'intervento del capotreno che aveva chiesto all'aggressore di scendere. E' dovuta intervenire la polizia che ha portato via l'omofobo. L'episodio raccontato dalla coppia anche su Twitter ha suscitato rabbia e indignazione ed è diventato virale anche alla luce dei provvedimenti varati di recente in Stati a guida repubblicana contro la comunità Lgbtq+. L'ultimo in Florida, la legge ribattezzata 'Don't say gay', che vieta di parlare di orientamento o educazione sessuale nelle scuole. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA