Mattarella, Salvini e la telefonata con Draghi: «Il Paese non ci farebbe una buona figura»

Sabato 29 Gennaio 2022

Una telefonata per sbloccare definitivamente la partita dal Quirinale. «Ciao, Mario. Eccomi!». Matteo Salvini, che si stava spostando verso gli uffici della Lega al palazzo dei gruppi, rallenta il passo, afferra il suo smartphone e semina il drappello che da giorni lo segue come un'ombra alla Camera.

Mattarella, centrodestra spaccato. Meloni: «Salvini vuole pregarlo di restare, non posso crederci»

Elezioni presidente della Repubblica, diretta

«Sì, sì, è vero. È vero», prosegue il leader della Lega annuendo, girando su sé stesso per poi fermarsi in una zona in cui il cellulare prende meglio la linea, un vero problema a Montecitorio. «No, no. Non ci farebbe una buona figura il Paese...», dice tra l'altro con tono sicuro Salvini. Poi, in silenzio, il leader della Lega ascolta ancora e dopo diversi minuti la conversazione si avvia verso la fine: «Dai, sì, Mario. Va bene. Allora ti vengo a trovare appena finisco qui».

 
Video

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA