Mattarella bis, Draghi: «Splendida notizia per gli italiani». Le reazioni della politica alla rielezione

Mattarella bis, Draghi: «Splendida notizia per gli italiani». Le reazioni della politica alla rielezione
Mattarella bis, Draghi: «Splendida notizia per gli italiani». Le reazioni della politica alla rielezione
6 Minuti di Lettura
Sabato 29 Gennaio 2022, 21:22 - Ultimo aggiornamento: 22:14

A quarantotto ore dallo scoccare del settimo anniversario della prima elezione, dopo aver chiuso gli scatoloni al Quirinale, avviato il trasloco immortalato dai fotografi nella sua nuova residenza romana nel quartiere Pinciano, Sergio Mattarella riceve dal Parlamento l'investitura per il secondo mandato che, prima di lui, aveva già sperimentato Giorgio Napolitano nel 2013. Un plebiscito. Una richiesta corale del Parlamento, quella per il capo dello Stato, che con 759 voti ed un lunghissimo applauso e standing ovation viene riconfermato presidente della Repubblica dopo l'elezione del 2015. Stavolta ottiene il sostegno della quasi totalità dell'arco parlamentare incrementando di 94 voti il risultato della prima elezione (665 nel 2015) e diventando il secondo presidente più eletto, dopo Sandro Pertini (832), nella storia della Repubblica.

Draghi: «Splendida notizia»

«La rielezione di Sergio Mattarella alla Presidenza della Repubblica è una splendida notizia per gli italiani. Sono grato al Presidente per la sua scelta di assecondare la fortissima volontà del Parlamento di rieleggerlo per un secondo mandato». Così il presidente del Consiglio Mario Draghi. 

Anpi: «Grazie a Mattarella»

«Buon lavoro Presidente Mattarella e grazie per il prezioso, rinnovato impegno. L'Italia, dopo giorni preoccupanti e difficilmente tollerabili, può tirare un sospiro di sollievo civile». Così l'Anpi su twitter.

Moratti: «Grande apprezzamento»

«Grande apprezzamento a Sergio Mattarella per aver accettato la conferma a Presidente della Repubblica». Lo esprime in un tweet la vicepresidente di Regione Lombardia, Letizia Moratti. «Grazie alla generosa disponibilità del Capo dello Stato, il Quirinale continuerà nella sua preziosa opera di tutela della Costituzione e garante delle istituzioni e cittadini», conclude Moratti, il cui nome nei giorni scorsi era finito nei giorni scorsi nella rosa del centrodestra per il Quirinale.

 

Malagò: «Una garanzia per il Paese»

«A nome personale e del Comitato Olimpico Nazionale, interpretando i sentimenti dell'intero sport italiano, rivolgo i più sinceri e affettuosi complimenti al Presidente Sergio Mattarella per la rielezione alla guida del Paese». Così, in una nota, il presidente del Coni, Giovanni Malagò. «Nelle scorse settimane avevo pubblicamente sottolineato che sarebbe stato difficile immaginare un Capo dello Stato più vicino al nostro mondo di quanto lo sia stato lui e per questo - prosegue il n.1 del Coni - accogliamo la sua conferma con grande felicità, ricordando il sostegno che ha sempre manifestato nei confronti del movimento sportivo, insieme alla sensibilità e all'incoraggiamento, discreto ma costante, riservato alle campionesse e ai campioni che fanno grande l'Italia nel mondo con i loro successi». «La statura politica, morale e valoriale di Mattarella è una garanzia per il Paese che ha rappresentato con classe in ogni sede - conclude Malagò - riuscendo ad esprimerne con autorevolezza l'identità più nobile. Felici di avere ancora lui come nostro primo tifoso. Buon lavoro, Presidente!» 

Carfagna: «Ottima notizia»

«La rielezione del Presidente Mattarella è un'ottima notizia per il Paese, e questo è quel che conta: garantisce continuità all'azione di governo, al dialogo con l'Europa e ai rapporti internazionali, e quindi il proseguimento ordinato dell'azione contro la crisi pandemica ed economica. Dobbiamo essere grati al Parlamento, che ha prodotto un corale appello alla stabilità e alla ragionevolezza, e al Capo dello Stato che con alto senso di responsabilità lo ha accolto caricandosi nuovamente il fardello del suo incarico. Dobbiamo riconoscenza anche al presidente Draghi che ha svolto un ruolo decisivo nella soluzione della crisi. Questa elezione, a mio giudizio, segna un 'punto e a capò per i partiti e ci obbliga tutti a una riflessione sulla necessità di recuperare autorevolezza e capacità di produrre soluzioni nei momenti-chiave della vita della Repubblica». Lo dichiara Mara Carfagna, ministro per il Sud e la Coesione territoriale. 

Sala: «Grazie Presidente!»

«La sera della Prima della Scala si sono alzati molti 'bis!' all'indirizzo di Sergio Mattarella. E la stessa cosa è successa in tanti altri luoghi in Italia. La sua rielezione è stata voluta soprattutto dagli italiani. E questo è un fatto. Grazie Presidente!». Così sul proprio profilo Facebook il sindaco di Milano Giuseppe Sala

De Luca: «Scelta stabilità per il Paese»

«Sergio Mattarella rieletto Presidente della Repubblica. Una scelta di serenità e di stabilità per il Paese. Una scelta di garanzia per il prestigio internazionale dell'Italia. Una scelta di saggezza e responsabilità. Rivolgiamo al Presidente Mattarella i più cordiali auguri di buon lavoro». Così il Presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, saluta la rielezione al Quirinale di Sergio Mattarella.

Renzi. «Buon lavoro presidente»

«Buon lavoro presidente». Lo scrive su Facebook il leader di Italia viva Matteo Renzi. 

Fico: «Auguri a Mattarella»

«Il Parlamento con 759 voti ha rieletto Sergio #Mattarella come Presidente della Repubblica. A lui vanno i miei auguri più sinceri ed il mio ringraziamento. Continuerà a essere garante assoluto dei valori della nostra Costituzione e un punto di riferimento per la nostra comunità». Lo scrive su Twitter il presidente della Camera Roberto Fico.

Salvini: «Assoluta garanzia»

«Sono contento per l'elezione di Sergio Mattarella, presidente di assoluta garanzia, è il secondo più votato dopo Pertini». Così Matteo Salvini, ospite di Porta a Porta, in onda su Rai 1. «Noi per primi abbiamo chiesto vediamo se Mattarella ci fa questo regalo. Non dico che ci prendiamo il merito noi, ma qualche responsabilità ce l'abbiamo», dice ancora Salvini.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA