Covid, stop al vaccino di AstraZeneca in SudAfrica: «Troppo poco efficace sulla variante africana»

Lunedì 8 Febbraio 2021
Covid, stop al vaccino di AstraZeneca in SudAfrica: «Troppo poco efficace sulla variante africana»

Il vaccino di Astrazeneca non sarebbe efficace contro la variante africana del Covid. Ad affermarlo è stato Shabir Madhi, che ha guidato l'ultima sperimentazione di questo vaccino contro la variante Sudafricana, al programma 'Radio 4 Today' della Bbc, secondo quanto riportato dai media britannici.

 

Leggi anche > Varianti covid, allarme Iss: «Su Brasiliana e Sudafricana non è certa l'efficacia dei vaccini»

 

«Rispetto alla variante sudafricana di Sars-CoV-2 i risultati riportano una stima puntuale del 10%" di efficacia del vaccino Oxford-AstraZeneca contro le forme lievi-moderate», ha affermato l'esperto rispondendo a una delle domande più frequenti di questo periodo. Sempre più ci si chiede se i sieri approvati siano efficaci con le nuove varianti del virus emerse e non sempre la risposta è rassicurante. Benché lo studio, non ancora sottoposto a peer review , abbia coinvolto circa 2mila persone di età media 31 anni, il risultato ottenuto «chiaramente è lontano dal 60% di efficacia generale dimostrata dal vaccino negli studi clinici che hanno portato alla sua approvazione», ha osservato l'esperto, «E anche se si avesse uno studio più ampio - ha precisato - sarebbe improbabile ottenere un dato di efficacia del 40 o 50%».

 

«Quello che i risultati dello studio ci dicono veramente», ha proseguito Madhi, «è che in un gruppo demografico di età relativamente giovane, con una prevalenza molto bassa di morbilità come ipertensione e diabete, il vaccino non protegge dalle infezioni da lievi a moderate». Lo studio è stato condotto con l'università di Witwatersrand, Johannesburg, e, sempre secondo quanto riportano i media, poiché la popolazione target era a basso rischio, gli autori ritengono che la ricerca non consenta di pronunciarsi sull'efficacia del vaccino contro le forme gravi della malattia. «C'è ancora qualche speranza che il vaccino anti-Covid prodotto da AstraZeneca possa funzionare bene contro la variante del Sudafrica in termini di protezione dalla malattia grave», ha puntualizzato Madhi, spiegando di estrapolare questa osservazione dai dati dell'efficacia del vaccino Johnson & Johnson, che utilizza una tecnologia simile e ha effetti immunitari simili al prodotto Oxford-AstraZeneca.

 

Intanto però in Sudafrica è stata sospesa la vaccinazione di AstraZeneca. Lo ha annunciato nelle ultime ore il ministro della Salute sudafricano, Zweli Mkhize, aggiungendo che il governo punterà per il momento a somministrare solo i vaccini Johnson & Johnson, per cui è partita la richiesta di uso in emergenza, e Pfizer. E dire che solo la scorsa settimana il paese aveva ricevuto un milione di dosi per avviare una fitta campagna di vaccinazione. Pare però che il siero di AstraZeneca garantisca solo una protezione limitata verso la variante che potrebbe non rivelarsi efficace in casi gravi o in soggetti particolarmente deboli. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA