Covid, i non vaccinati rischiano la morte 9 volte in più rispetto a chi è vaccinato

Sabato 4 Dicembre 2021
Covid, i non vaccinati rischiano la morte 9 volte in più rispetto a chi è vaccinato

Dagli ultimi dati dell'Iss arriva l'ennesima conferma sull'efficacia dei vaccini anti Covid, soprattutto contro le forme gravi della malattia. Per un non vaccinato il rischio rispetto a un vaccinato da meno di 5 mesi è 10 volte maggiore di ricovero, 16 volte maggiore di terapia intensiva, 9 volte maggiore di morte: sono questi gli ultimi dati aggiornati dell'Istituto superiore di Sanità e contenuti nel documento esteso del monitoraggio settimanale pubblicato oggi, in cui si fa il punto sull'efficacia del vaccino nei 5 mesi. 

 

Leggi anche > Variante Omicron, Bassetti: «Forse il virus si sta indebolendo»

 

Efficace all'85% contro forme gravi anche oltre i cinque mesi

 

«Dopo cinque mesi dal completamento del ciclo vaccinale, l'efficacia del vaccino nel prevenire la malattia, sia nella forma sintomatica che asintomatica, scende dal 75% al 44%», evidenzia l'Iss. «Rimane elevata l'efficacia vaccinale - prosegue l' Iss - nel prevenire casi di malattia severa, in quanto l'efficacia per i vaccinati con ciclo completo da meno di cinque mesi è pari al 93% rispetto ai non vaccinati, mentre risulta pari all'85% per i vaccinati con ciclo completo da oltre cinque mesi rispetto ai non vaccinati».

Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre, 08:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA