Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sanità: in Puglia la prima gravidanza grazie allo scongelamento di ovociti

La prima gravidanza in Puglia ottenuta dallo scongelamento di ovociti
La prima gravidanza in Puglia ottenuta dallo scongelamento di ovociti
2 Minuti di Lettura
Sabato 17 Settembre 2022, 12:43 - Ultimo aggiornamento: 12:56

Nel centro di Procreazione medicalmente assistita della Asl di Bari è stata ottenuta, per la prima volta in Puglia, una gravidanza in seguito allo scongelamento di ovociti. Lo comunica l'Asl. L'intervento riguarda una paziente affetta da cancro mammario che circa sei anni fa si era rivolta alla unità di Pma di Conversano per congelare i suoi ovociti all'interno di un programma di oncofertilità.

Un risultato eccezionale

Il risultato del percorso di riproduzione assistita, eseguita in una struttura sanitaria pubblica, tra i pochissimi finora registrati anche a livello nazionale, sarà illustrato nel corso della 17esima edizione del Meeting internazionale Società Mediterranea della Riproduzione Umana, in programma dal 18 al 20 settembre a Bari, presso Villa Romanazzi Carducci.

Domani la cerimonia di apertura alle ore 18. Il meeting ricorre nei dieci anni di attività della Pma della Asl Bari che ha preso in carico complessivamente circa 4110 coppie in favore delle quali sono state erogate oltre 50.000 prestazioni ambulatoriali. «I risultati conseguiti in dieci anni di attività - commenta il direttore generale della Asl Bari, Antonio Sanguedolce - compresa la prima gravidanza in una paziente oncologica e il meeting internazionale organizzato a Bari sono espressione di un investimento di risorse che l'azienda continua a portare avanti nell'interesse esclusivo di mettere a disposizione la scienza e la medicina in favore di tutte le coppie che non riescono ad avere figli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA