"Villaggio della felicità": via ai lavori (dopo i ritardi) a Torre a Mare

Lunedì 24 Gennaio 2022 di Elga MONTANI

Una struttura completamente a misura di bambini e famiglie sta sorgendo pian piano nel quartiere Torre a Mare di Bari. Si chiama “Il Villaggio della Felicità” e affonda le sue radici in un’idea nata ormai da anni che ora sta diventando realtà. Il progetto nasce, infatti, come idea nell’ormai lontano 2014, ma solo nel 2017 è diventato qualcosa di reale con l’avvio della progettazione vera e propria di quella che avrebbe dovuto essere la struttura. Il permesso a costruire da parte del Comune di Bari è arrivato nel novembre del 2019. Poi, forse a causa anche del Coronavirus e del blocco dei cantieri, ci sono voluti altri due anni perché si iniziasse davvero a realizzarlo. Tanti gli intoppi burocratici e le lungaggini che hanno rallentato questo sogno nel suo percorso per diventare realtà. Al punto che il motto alla base di quella che per anni è rimasta solo un’idea è diventato: «Tutto è possibile, persino l’impossibile». Ora finalmente il sogno sta diventando davvero realtà. In questi ultimi giorni, tramite la pagina Facebook e la pagina Instagram dedicate al progetto, si stanno vedendo i passi avanti che la struttura sta facendo, attraverso aggiornamenti giornalieri su come i lavori procedono.

Il progetto


Dietro all’idea del “Villaggio della Felicità” c’è l’associazione di promozione sociale “Idee – …per una famiglia felice”, fondata nel 2013: «Attorno ad una squadra di ostetriche e pedagogiste unite dal desiderio di creare una società a dimensione di famiglia». Associazione che, come si legge sul loro sito è: «Sempre in ascolto delle esigenze di bambini, mamme, papà. A loro dedichiamo percorsi, servizi ed iniziative per accompagnarli in ogni aspetto della loro avventura condivisa, dalla nascita all’organizzazione della vita familiare. Con le nostre professionalità ci proponiamo di essere al loro fianco nella quotidianità come nel fronteggiare le piccole e le grandi difficoltà e nel colorare i momenti di gioia con fantasia ed entusiasmo». Due le anime dell’associazione, la dottoressa Cinzia Ponticelli, psicopedagogista e formatrice, e la dottoressa Rossella Mesto, pedagogista e progettista sociale. Sul sito dell’associazione si può leggere, in merito al Villaggio della Felicità, quello che dovrà essere la struttura una volta che sarà ultimata e diventata attiva: «Un ambulatorio ostetrico, un centro ludico prima infanzia, uno spazio per famiglie, offrendo loro servizi dedicati. Spazi condivisi, feste, momenti da ricordare, un luogo di incontro, confronto, formazione, di evoluzione, di piacere. Un luogo di gioia, di felicità. Una rete (vera) tra no-profit e profit. Terzo settore artigianato, innovazione, imprenditoria femminile.

La struttura

All’interno del villaggio, due aree commerciali: Neige–Dediche di Stoffa e un’altra in via di definizione». Un posto che, pur essendo privato, sarà a disposizione del pubblico, e quindi di tutti i cittadini e le cittadine che vorranno un giorno poter sfruttare ciò che offre. La struttura del “Villaggio della Felicità” è realizzata completamente in legno, e al suo interno sorgerà infatti il primo asilo nido in tutta la Puglia tutto fatto in legno ingegnerizzato. La costruzione del prefabbricato è iniziata il 19 gennaio, e dopo soli 4 giorni, come si vede nelle foto che stanno girando via social, e con le quali si sta provvedendo ad aggiornare su come procede il progetto, il primo piano è già stato quasi completato ed è già possibile darsi un’idea di quello che sarà il villaggio una volta ultimato. Il progetto, che anche via social ha ottenuto il plauso dell’assessore al Welfare del Comune di Bari, Francesca Bottalico, ha ottenuto negli anni scorsi il patrocinio del Garante dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Puglia. Ad occuparsi dei lavori l’azienda Canducci Costruzioni in Legno Ingegnerizzato e Leonetti Costruzioni srl. Nei prossimi giorni, come sottolineano, verranno piano piano svelati via social tutti i dettagli relativi al progetto, mentre ogni giorno si continuerà a coinvolgere tutti coloro che sono interessati nella realizzazione dell’idea.

Ultimo aggiornamento: 08:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA