Pastore ucciso a 23 anni per un gioco, l'imputato condannato a 30 anni. Parla la sorella della vittima

Martedì 19 Aprile 2022
Video

Pastore ucciso a 23 anni per un gioco, l'imputato condannato a 30 anni. Parla la sorella della vittima. È stato condannato a 30 anni di reclusione Giuseppe Roi, 37 anni, di Porto Cesareo, nel Salento: sarebbe stato lui ad uccidere il pastore Qamil Hyrai con un colpo di pistola la mattina del 6 aprile del 2014 a Torre Castiglione di Porto Cesareo. La sentenza di primo grado è stata emessa questa mattina poco prima delle 13. Il pastore morì con un colpo di fucile calibro 22.  Roi inoltre è stato dichiarato interdetto dagli uffici pubblici e condannato anche a risarcire i danni ai familiari della vittima versando per ognuna 50mila euro di provvisionale nonchè a versare nell'immediato le spese legali da loro sostenute. Tre mesi il termine indicato per depositare le motivazioni della sentenza.

Ultimo aggiornamento: 18:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA