Papa Francesco consacra Florence Nightingale e tutte le infermiere, esempio di eroicità

Martedì 12 Maggio 2020
Florence Nightingale

Città del Vaticano – Papa Francesco celebra il bicentenario delle nascita di Florence Nightingale, la prima infermiera della storia e colei che diede inizio all’infermieristica moderna. La ricorrenza offre la possibilità di riflettere su questa professione che in questa pandemia ha segnato pagine di autentico coraggio e sacrificio. In particolare le infermiere. «Professionalità, abnegazione, senso di responsabilità e amore per il prossimo» elenca tra le doti di queste «buone samaritane» Francesco in un Messaggio, mettendo in evidenza che sono sempre state in prima linea senza curarsi della fatica e dei rischi che correvano.

Tante di loro si sono ammalate e hanno anche pagato un tributo alto in termini di morti. «Prego per loro – il Signore li conosce ciascuno per nome – e per tutte le vittime di questa epidemia». 

Poi il Papa lancia un appello internazionale. «Mi rivolgo ai Responsabili delle Nazioni di tutto il mondo, affinché investano nella salute come bene comune primario, potenziando le strutture e impiegando più infermieri, così da garantire a tutti un adeguato servizio di cura, nel rispetto della dignità di ogni persona. È importante riconoscere fattivamente il ruolo essenziale che questa professione ricopre per la cura dei pazienti, l’attività di emergenza territoriale, la prevenzione delle malattie, la promozione della salute, l’assistenza in ambito familiare, comunitario, scolastico». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento