In Vaticano isolato un dipendente perchè entrato in contatto con il prete francese ricoverato a Parigi

Lunedì 2 Marzo 2020 di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - In Vaticano è stato messo in quarantena un dipendente del servizio per le comunicazioni in via precauzionale. Si tratta di una misura decisa poichè questa persona è entrata in contatto con il collegio di San Luigi dei Francesi dove si è registrato il caso di un prete positivo al coronavirus ora ricoverato in un ospedale francese.

Coronavirus, chiusa chiesa San Luigi dei Francesi a Roma: ha accolto sacerdote francese risultato poi contagiato
Coronavirus, chiusa chiesa San Luigi dei Francesi a Roma: ha accolto prete francese positivo

Stamattina è stata diffusa una lettera a tutti i dipendenti del dicastero delle comunicazioni. Ne ha dato notizia il sito Korazym dei papaboys.
 

 

«Il nostro collega sta bene e non presenta sintomi; la quarantena disposta per lui e per tutti gli altri membri della sua comunità religiosa è prevista dai protocolli sanitari come misura di cautela e prevenzione. Le autorità sanitarie competenti stabiliranno se la quarantena debba effettivamente continuare nei prossimi giorni dato che l’ultima permanenza nella comunità religiosa di Roma della persona risultata positiva al tampone del coronavirus risalirebbe – come detto – a metà febbraio».

Come misura prudenziale è stato provveduto ad effettuare la sanificazione e la pulitura della stanza di lavoro del dipendente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA