Nel capoluogo superati i 1400 positivi: ecco la divisione per quartieri. Due le vittime di ieri

Martedì 24 Novembre 2020

È andata leggermente meglio, anche se il numero dei tamponi sul territorio regionale non era mai stato così basso come ieri. Mentre continuano ad aumentare le vittime del coronavirus in provincia di Taranto.
Taranto tuttavia, conferma una tendenza particolarmente evidente dall'inizio di questo mese: il virus continua a diffondersi pericolosamente con una media di 145 persone che contraggono il Covid-19 ogni giorno.
Questo è quanto dimostrano i numeri relativi al solo mese di novembre, in cui 3.351 sono stati i casi registrati. Sono stati 139 intanto ieri i nuovi positivi comunicati nell'ultimo bollettino epidemiologico e che s'inquadrano in una situazione complessiva che vede superata la soglia dei 5000 contagi dall'inizio dell'emergenza.
Un numero davvero elevato che posiziona questa provincia appena dopo le zone più critiche, come Foggia e Bat. Un dato sicuramente da non sottovalutare e da monitorare costantemente, visto proprio l'andamento della curva negli ultimi 23 giorni.
Anche il numero dei decessi è aumentato, arrivando a 50 morti in questo ultimo mese. Ieri, a non farcela sono stati in due, un 98enne ricoverato del reparto Malattie infettive del Moscati e un altro paziente che era ricoverato in Rianimazione.
Negli ospedali, senza dubbio, si continua a lavorare affannosamente con turni sempre molto faticosi. Al San Giuseppe Moscati risultano attualmente ricoverati 71 pazienti positivi, di cui 28 nel reparto malattie infettive, 26 in pneumologia e 17 in rianimazione. Al Giannuzzi di Manduria invece, sono 50 i pazienti, di cui 5 in rianimazione.
Al San Marco di Grottaglie, si registrano 23 positivi che presentavano già altre patologie.
Al momento sono monitorati da uno staff sanitario, in attesa di essere trasferiti nelle loro abitazioni o in reparti Covid. Sono 20 i ricoverati nell'ospedale San Pio di Castellaneta e 42 nel Presidio Covid post acuzie di Mottola. La casa di cura Santa Rita di Taranto ospita 26 persone positive al Covid.
Nel frattempo aumentano anche le strutture per effettuare i tamponi. Alle precedenti già attivate dall'Asl si sono aggiunte una postazione a Palagiano e due drive-in in supporto, già da diversi giorni, gestiti dalla Marina Militare a Massafra presso l'exspedale Pagliari e a Taranto affianco a quello dell'Asl di via Giuseppe Scotti.
Il personale sanitario oltre ad essere impiegato nei 200 Drive Through Difesa nelle diverse province italiane, potrà essere utilizzato, in base alle esigenze, anche in altre attività emergenziali in collaborazione con il Ministero della Salute.
La Difesa ha, inoltre, messo a disposizione 20 posti per pazienti Covid e 2 posti letto di rianimazione, elevabili fino a 8 presso il Centro Ospedaliero Militare di Taranto.
E intanto il Comune di Taranto ha comunicato i dati relativi al capoluogo aggiornati alla data di ieri: i positivi nel capoluogo sono attualmente 1424. L'aggiornamento è anche diviso per quartieri. I positivi del bollettino a Città Vecchia-Borgo sono 318, a Montegranaro-Salinella 256 positivi. Ieri le persone infette a Paolo VI erano 162. Le tre terre Talsano-San Vito-Lama (al primo posto fino a domenica per zona con numero assoluto di contagi) hanno 311 positivi. Affetti da Covid ai Tamburi-Lido Azzurro sono in 119. Infine Tre Carrare-Solito con 258 attuali positivi. I dati elaborati dal Comune sono stati forniti dalla prefettura e pubblicati sul portale facebook del Comune Ecosistema Taranto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 15:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA