Serie D, cresce l'attesa per Fasano-Brindisi. Barletta e Nardò possono puntare al vertice

Serie D, cresce l'attesa per Fasano-Brindisi. Barletta e Nardò possono puntare al vertice
3 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Novembre 2022, 22:17 - Ultimo aggiornamento: 22:21

Arriva la giornata numero 12 della Quarta Serie e gli equilibri, sia in testa che in coda, potrebbero nuovamente subire un ulteriore stravolgimento, grazie all’imprevedibilità di questo incredibile ed affascinante torneo. Il faro è puntato sul derby in alta quota fra Fasano e Brindisi. Entrambe le formazioni arrivano da altrettante sconfitte che hanno minato il cammino. In pratica in vetta non si è mosso nulla e la distanza fra il Fasano e la Cavese è rimasta intatta con due soli punti di differenza. Il Brindisi, invece, arriverà al “Curlo” dopo due sconfitte consecutive: quella di Matera e contro il Barletta a domicilio, entrambe per 2-1. In coabitazione con il Fasano c’è il sorprendente Nardò di mister Ragno. A quota 21 punti in classifica, i granata appaiono lanciati alla conquista della vetta. Ragno non ha bisogno di grandi presentazioni grazie ad un curriculum fatto di promozioni ed ottimi campionati, soprattutto in Serie D. Il Nardò, dopo aver sbancato Gravina, ospiterà al “Giovanni Paolo II” una Nocerina in piena crisi di identità e risultati.

Dovrà riprendere il cammino, in qualche modo, il Casarano di mister Costantino. I salentini sono in piena involuzione, sia tecnica che di risultati. L’ottimo inizio di stagione sembra un pallido ricordo, in virtù di un’astinenza dalla vittoria che dura da oltre un mese. Una situazione complicata, soprattutto rispetto alle ambizioni di alta classifica della prima parte del campionato. Nell’ultimo turno il Casarano ha impattato al “Capozza” per 1-1 contro la Puteolana, fanalino di coda con appena sei punti in graduatoria, frutto di altrettanti pareggi. Qualcosa, negli ingranaggi della compagine salentina, sembra essersi bloccato. Domenica il Casarano andrà a far visita al Molfetta, reduce da ben due vittorie consecutive, l’ultima in casa del Francavilla. La squadra barese, grazie a questo piccolo strappo si è assestata a quota 13 punti in classifica, con un vantaggio minimo di un punto sulla zona play out. Il Casarano, quindi, per rinnovare le giuste ambizioni in classifica, non può fare a meno di ritrovare la vittoria ed i tre punti. La zona play off è distante soltanto una lunghezza. A cercare di entrare di diritto nelle zone che contano della graduatoria c’è il Martina di mister Pizzulli che, domenica, sarà ospite del pericolante Gladiator. Grazie alla vittoria nel derby di domenica scorsa per 2-1 contro il Fasano, la compagine tarantina ha, finalmente, violato il “tabù” dei tre punti in casa, ma soprattutto, si è proiettata verso traguardi molto più ambiziosi della salvezza. Alle 15.00 prende il via Barletta-Lavello (H) e alle 15.30 prende il via Fasano-Brindisi (H). A porte chiuse si gioca Cavese-Gravina (H) per la squalifica del campo comminata dal Giudice Sportivo.

Serie D/Girone H - Partite e arbitri 12a giornata
Barletta-Lavello (Ciro Aldi di Lanciano), Bitonto-Francavilla (Sebastian Petrov di Roma 1), Cavese-Gravina (Valerio Bocchini di Roma 1), Fasano-Brindisi (Mattia Drigo di Portogruaro), Gladiator-Martina Franca (Filippo Pazzarelli di Macerata), Matera-Altamura (Mattia Nigro di Prato), Molfetta-Casarano (Costantino Cardella di Torre del Greco), Nardò-Nocerina (Fabio Franzò di Siracusa), Puteolana-Afragolese (Riccardo Boiani di Pesaro).

Classifica: Cavese 23; Fasano, Nardò, Barletta 21; Altamura 19; Brindisi, Casarano 18; Martina 15; Afragolese, Molfetta, Gladiator 13; Matera, Lavello 12; Nocerina 11; Francavilla in Sinni, Bitonto 9; Gravina 7; Puteolana 6.

© RIPRODUZIONE RISERVATA