L'ex bomber del Lecce, Andrea Saraniti, positivo al coronavirus.
Il calciatore: Sto bene e mi sto allenando

Martedì 24 Marzo 2020 di Lino DE LORENZIS
Andrea Saraniti
LECCE C'è anche un ex attaccante del Lecce nella lista dei calciatori italiani risultati positivi al coronavirus. Si tratta di Andrea Saraniti, 31 anni, palermitano, centravanti di razza, tra i protagonisti del doppio salto della formazione giallorossa dalla serie C alla serie A. La società di via Colonnello Costadura lo aveva prelevato dalla Virtus Francavilla. Il bomber siciliano, il cui cartellino appartiene ancora al Lecce, attualmente gioca in serie C con la maglia del Vicenza. Ed è stato proprio il club veneto a rendere pubblica la notizia con una nota pubblicata sui propri canali social.
Ecco il testo integrale: "La Società LR Vicenza comunica che il giocatore della prima squadra Andrea Saraniti, a seguito di alcuni sintomi, è stato sottoposto a tampone ed è risultato positivo al COVID-19.
Il calciatore è in buone condizioni di salute, non lamenta più sintomi e resterà in isolamento volontario presso il proprio domicilio, nel quale si trova dal 9 marzo assieme alla famiglia, come da procedura sanitaria. Tutti gli altri atleti e membri dello staff tecnico che dalla stessa data, in virtù della sospensione dell’attività agonistica, si trovano presso il proprio domicilio di lavoro, stanno bene e non denotano sintomi, continuano ad attenersi ai protocolli e a seguire i programmi personalizzati di allenamento".
Sugli stessi canali social del Vicenza, è intervenuto lo stesso Saraniti: "A seguito di alcuni sintomi influenzali ho fatto il tampone ed è arrivato l'esito positivo al Covid-19. Vi volevo avvisare che sto bene sia mentalmente sia fisicamente. La mia famiglia fortunatamente non ha alcun tipo di problematica o sintomi perciò io continuo a fare allenamento a casa. Volevo rassicurare tutti che sto bene e anche la mia famiglia sta bene. - continua Saraniti - Volevo rivolgere un pensiero a tutti gli operatori sanitari, medici e dottori per questa battaglia che stanno combattendo per farci stare più tranquilli. Noi dobbiamo essere intelligenti, noi popolo italiano siamo intelligenti e lo stiamo dimostrando. Ancora di più in questo momento difficile diamo una mano a coloro che ci stanno salvando, stiamo a casa, non usciamo per cavolate. Se andiamo a fare la spesa ok, se andiamo in farmacia ok, se c’è un problema in famiglia per andare in ospedale ok, però stiamo a casa, aiutiamo coloro che ci stanno aiutando. Un abbraccio a tutti".
Appena appresa la notizia, il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, ha inviato un messaggio personale di vicinanza al calciatore, quindi ha lanciato un messaggio pubblico su Facebook: "Forza Andrea! Un abbraccio forte dal tuo Lecce", accompagnato da due cuori, uno giallo e l'altro rosso. Ultimo aggiornamento: 20:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA