Patty Pravo, siparietto a Domenica In. Lei chiede un po' d'acqua, Mara Venier: «Io mi farei uno spritz!»

La cantante ha anche raccontato il periodo in cui ha sofferto di attacchi di panico e depressione

Domenica 20 Febbraio 2022
Mara Venier e Patty Pravo scherzano durante l'intervista a Domenica In

Patty Pravo, ospite a Domenica In, ripercorre la sua carriera con Mara Venier. Nel bel mezzo dell'intervista, Patty chiede un bicchiere d'acqua alla conduttrice: «Vorrei un po' d'acqua» dice Pravo. «Sì, anche io» risponde la Venier mentre prende la bottiglietta d'acqua accanto a lei e aggiunge: «Qui in Rai non si può bere vino, non te lo danno» dice Mara scherzando. «Beh a quest'ora il vino no dai» replica l'ospite d'onore. «Ma perchè? io uno spritz me lo farei adesso» risponde Mara generando una fragorosa risata in Patty e nel pubblico.

 

 

Leggi anche > Gf Vip, bomba su Alessandro Basciano: «Picchiava la ex, tutti lo sanno». Da Veronica Satti accuse choc

 

Patty Pravo ha anche raccontato il periodo in cui ha sofferto di attacchi di panico e depressione. Nonostante il successo, i 110 milioni di dischi venduti, anche la cantante ha passato periodi bui. «Mi si è chiusa la gola, non riuscivo più a respirare. Non capivo niente, ero in uno stato di totale incoscienza. Ricordo che mi sono detta: «Basta, è finita. Ho creduto di morire» rivela Patty. E ancora: «La sera salivo sul palco divorata dalla stanchezza e dall’ansia. Allora mi sono chiusa in camera, al buio, i telefoni spenti. Ho passato giorni interi stesa a letto, senza pensare né parlare, senza riuscire a piangere o a toccare cibo». La ragazza del Piper, per il periodo in corso, aveva anche deciso di annullare una serie di concerti. E l’ufficio stampa glissò l’argomento avvisando i fan che la cantante «preferisce lasciare per amore e rispetto della musica e del pubblico».

«Mi sono alzata, - continua Patty Pravo, raccontando il momento in cui è rinata - ho aperto la porta della camera e mi sono infilata in cucina. Nella dispensa c’erano solo un cartone di latte e dei Pavesini, ho iniziato a mangiare e sono tornata a vivere». Poco dopo è partita per l’Africa con Gino Strada e di lì la svolta: «Aiutare sul campo chi sta peggio di noi. Dopo aver ricevuto tanto, credo sia giunto il momento di dare. Ai bambini soprattutto».

 

Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio, 18:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA