ULTIM'ORA: Smentito il fermo di un giovane nel duplice omicidio di Daniele ed Eleonora

Mercoledì 23 Settembre 2020
Dopo un lancio di agenzia, smentite le voci del coinvolgimento di un uomo di 37 anni residente ad Aradeo nel duplice delitto dell'arbitro salentino Daniele De Santis e della sua fidanzata Eleonora Manta. Il suo nome di battesimo - Andrea - aveva alimentato le ipotesi che potesse avere a che fare con l'episodio - da accertare se come persona informata dei fatti o come sospettato - anche per il rimando alle ultime parole pronunciate dalla ragazza, così come riferite agli investigatori da un testimone. Dato per convocato in Procura per essere ascoltato, il giovane sarebbe al suo posto di lavoro. «Non c'è nessun fermo. Né in Procura né in caserma c'è attività di interrogatorio» nell'ambito delle indagini sul duplice omicidio dei due fidanzati di Lecce. Lo precisano fonti inquirenti dopo la diffusione di notizie relative a un sospettato. 

Aggiornamenti nelle prossime ore a proposito delle indagini.

Daniele ed Eleonora hanno aperto la porta al loro assassino. I testimoni: «Killer in fuga con il coltello in mano. Indossava i guanti» Ultimo aggiornamento: 24 Settembre, 09:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento