Liberi di volare, a Corigliano il 25 aprile si festeggia con gli aquiloni

Liberi di volare, a Corigliano il 25 aprile si festeggia con gli aquiloni
di Anna Manuela VINCENTI
2 Minuti di Lettura
Sabato 25 Aprile 2020, 21:08 - Ultimo aggiornamento: 21:12
Sui cieli di Corigliano d’Otranto, oggi “liberi… di volare”, sono volati aquiloni che hanno colorato i del paese per celebrare la “Festa della Liberazione”. Un’iniziativa promossa da Icaropuò ed il Gruppo Giovani dell’Oratorio Salesiani Don Bosco di Corigliano d’Otranto, per coinvolgere i ragazzi, per farli vivere il senso di libertà e di far volare il proprio aquilone dopo averlo costruito, nonostante la pandemia e le restrizioni che ci impongono  di “restare a casa”.
 

 “Liberi… di volare” due parole che racchiudono il simbolo ed il senso del gioco, quello semplice, quello vero che si ritrova nella realizzazione di un aquilone ed il senso  di libertà che allegoricamente rappresenta, libero di librarsi nel cielo immenso, sostenuto dal vento. 
Ragazzi ed adulti, hanno realizzato il proprio aquilone sul quale hanno legato alcuno articoli della Costituzione ( art. 1, 2, 3, 4, 9, 11, 13, 19, 21, 32, 34, 37…) e l’hanno fatto volare dalle terrazze, dai balconi, dai giardini delle proprie case, senza infrangere la regola del #iorestoacasa ma anche #iorestolibero. 
Per divertirsi ed onorare la “Festa della Liberazione” dell’Italia, dal regime fascista e dall’occupazione militare tedesca di stampo nazista, al suo 75°anniversario. 
Tra i tanti aquiloni spiccava quello di Libera, l’iniziativa è stata inserita nel circuito delle manifestazioni del coordinamento provinciale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA