Guzzi, Vespa e Apecar, un parco auto e moto fermo da anni. E il Comune vende i suoi beni. Ecco cosa va all'asta

Mezzi che non vengono utilizzati da anni e che da troppo tempo sono fermi in locali di deposito

Guzzi, Vespa e Apecar, un parco auto e moto fermo da anni. E il Comune vende i suoi beni. Ecco cosa va all'asta
di Enzo SCHIAVANO
3 Minuti di Lettura
Sabato 8 Gennaio 2022, 15:45 - Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio, 14:13

Due motoGuzzi”, una “Vespa”, un Apecar, un’auto Fiat 616, un Fiat “Fiorino”, una “Panda 4x4”, un “Atala Green” e perfino un pulmino Mercedes. Sono i beni che il Comune di Casarano ha deciso di disfarsi, proponendoli ai cittadini con un’asta che si concluderà lunedì 10 gennaio a mezzogiorno. Sono mezzi che non vengono utilizzati da anni e che da troppo tempo sono fermi in locali di deposito, però alcuni di questi sono molto interessanti per gli appassionati, non fosse altro per il loro valore storico. Palazzo dei Domenicani nei giorni scorsi ha pubblicato sul proprio sito istituzionale l’avviso d’asta, compresi i moduli da compilare, e le foto dei mezzi.

Cosa va all'asta 


Ci sono le due moto “Guzzi” che dal 1995 sono state in dotazione alla Polizia Municipale; il modello è il “T5P” ed hanno una cilindrata di 850 cc. La base d’asta è 2.500 euro per mezzo. Anche la “Vespa” Piaggio 50 è stata immatricolata nel 1995 (era in dotazione ai vigili urbani), ma a differenza delle “Guzzi” questo mezzo non è funzionante ed è carente di molte parti. Per averla bisogna sborsare come minimo 500 euro. Più nuovo è il ciclomotore Atala Green, immatricolato nel 2012, un “cinquantino” con una base d’asta di 200 euro.Poi ci sono le tre ruote dell’Ape Piaggio, immatricolato nel 1998, che veniva utilizzato per il servizio di affissione e la cui base d’asta è di 1.800 euro.

 


Discreto anche il parco delle quattro ruote. Cominciamo dal Fiat 616, un autocarro per trasporto cose con cassone ribaltabile, immatricolato nel 1976 e cilindrato 3.500 cc, che per tanti anni è stato utilizzato dai servizi tecnici del Comune, facendo la spola tra Palazzo dei Domenicani e i punti segnalati dai cittadini oppure con i luoghi delle varie manifestazioni per trasportare le transenne. Il prezzo base è di 1.300 euro. Un altro mezzo di ausilio ai servizi tecnici era anche il Fiat “Fiorino”, immatricolato nel 1995, che può essere prelevato con minimo 800 euro.


Un mezzo interessante potrebbe essere il mini autobus Mercedes Benz 714 per il trasporto di persone, immatricolato nel 2002, 35 posti, che veniva utilizzato come scuola bus. Il prezzo a base d’asta è di 8.000 euro. Infine, si può acquisire anche la Fiat “Panda 4x4” (1987) con un importo di partenza di 600 euro. L’asta si terrà con il metodo dell’offerta segreta. Verrà stilata una graduatoria in base all’offerta economica presentata e l’aggiudicazione avverrà con il criterio dell’offerta più alta rispetto alla base d’asta. Per partecipare alla selezione gli interessati dovranno spedire o consegnare la loro offerta al Comune di Casarano entro le ore 12 di lunedì 10 gennaio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA