Roma, Elio Vito (Fi): «Alle elezioni voto per la mia lista ma scelgo Bernaudo come sindaco»

Il deputato di Forza Italia annuncia il voto disgiunto: sosterrà la lista del suo partito, ma come sindaco ammette di preferire il candidato dei Liberisti Italiani

Martedì 28 Settembre 2021
Roma, Elio Vito (Fi): «Alle elezioni voto per la mia lista ma scelgo Bernaudo come sindaco»

Elezioni amministrative a Roma, la scelta insolita di Elio Vito. Il deputato di Forza Italia, infatti, ha appena annunciato che opterà per il voto disgiunto: sosterrà la lista del suo partito (che come le altre forze del centro-destra appoggia Enrico Michetti), ma come sindaco spiega di preferire Andrea Bernaudo, presidente dei Liberisti Italiani.

 

Leggi anche > Expo 2030, il governo candida Roma: l'annuncio di Draghi. Raggi esulta: «Daje». Gualtieri: «Possiamo vincere»

 

Elio Vito, su Twitter, ha spiegato di non essere contento della copertura mediatica che viene garantita in maniera poco equa a tutti i candidati a sindaco. A Roma sono 22, ma di questi solo quattro occupano stabilmente le cronache politiche (Carlo Calenda, Roberto Gualtieri, Enrico Michetti e Virginia Raggi). «C’è un che di poco democratico in questa campagna elettorale, prendiamo Roma. Ci sono più di 20 candidati sindaci ma si parla solo di 4, come se gli altri non esistessero (tranne in trasmissioni che hanno poco spazio)» - spiega il deputato forzista - «Chi ha deciso che i “grandi” valgono più dei “piccoli”?».

 

 

 

 

Elio Vito annuncia poi di voler ricorrere al voto disgiunto, legittimamente previsto dalla competizione elettorale. E lo spiega così: «Non è vera nemmeno la storia del cosiddetto voto “utile”, perché un voto ai candidati “piccoli” può essere utile anche per entrare in Consiglio comunale e rappresentare voci diverse. La democrazia si fonda sulla parità delle condizioni di partenza, tra tutti i candidati».

 

 

 

 

Per questo motivo, Elio Vito, liberale convinto, spiega di voler sostenere la lista di Forza Italia (e quindi del centro-destra), ma anche la candidatura a sindaco di Andrea Bernaudo, presidente e candidato sindaco di Liberisti Italiani. «Sostengo la lista di Forza Italia (e Maria Spena) ma con il voto disgiunto sosterrò Andrea Bernaudo, liberale vero, candidato autonomo, vicino all'area di centro-destra e a Forza Italia» - si legge in un altro tweet - «È una buona alternativa se non piace Michetti. È solo un voto, un gesto di solidarietà, ma va fatto».

 

 

 

 

A questo punto è arrivata la replica del diretto interessato. Andrea Bernaudo ha ringraziato così Elio Vito: «Caro Elio, da un politico della tua levatura, stile e di cristallina fede liberale leggere la tua dichiarazione di voto ci incoraggia e ci rinfranca di tanto impegno. Grazie sei sempre stato un uomo libero».

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA