Milano, concorsi truccati all'Università. «Così il candidato prescelto si dava il punteggio da solo»

L'affondo della Procura contro Galli e gli altri prof. Ascoltati Puoti e Gismondo

Giovedì 7 Ottobre 2021 di Greta Posca
Massimo Galli, medico virologo milanese

Il candidato prescelto si dava il punteggio da solo. E i criteri di valutazione erano ritagliati su misura per lui. Sono alcuni dei presunti «schemi di condizionamento» dei concorsi universitari che spuntano in una serie di telefonate intercettate nell’inchiesta della procura milanese sulle sospette assunzioni pilotate nel mondo accademico. Un’indagine ampia e solo ai primi passi, che vede 33 indagati, 24 dei quali docenti, quasi tutti della facoltà di medicina della Statale di Milano. E tra loro l’infettivologo Massimo Galli, ormai volto celebre della guerra al Covid.

 

Milano, finti fondi immobiliari alle Bermuda: raggirati in 1.500, tra cui imprenditori e professionisti

 

Ieri i pm Luigi Furno e Carlo Scalas, titolari dell’inchiesta assieme all’aggiunto Maurizio Romanelli, hanno convocato alcuni testimoni: Massimo Puoti, direttore del reparto Malattie infettive del Niguarda e ritenuto danneggiato in una delle 13 procedure finita sotto la lente degli inquirenti e Maria Rita Gismondo, anche lei nota virologa del Sacco, sull’assunzione a tempo determinato di quattro dirigenti biologici da assegnare all’Unità operativa Complessa Malattie infettive 3, quella universitaria guidata da Galli.

 

Puoti ha parlato del concorso che è poi stato vinto da Agostino Riva, delfino di Galli e a sua volta indagato, insieme alla segretaria di Galli e a due componenti della commissione giudicatrice, il professore alla Sapienza di Roma Claudio Maria Mastroianni, e la professoressa dell’Università di Palermo Claudia Colomba. Secondo l’accusa, il punteggio è stato concordato “a tavolino” da Riva e Galli. Agli atti dell’inchiesta ci sono alcune telefonate tra l’infettivologo e Riva, il candidato che nel febbraio 2020 ha vinto un posto da professore di ruolo all’Università Statale. E in quelle intercettazioni che emergerebbe che fu Riva a indicare a Galli i punteggi che doveva attribuirgli la commissione.

Ultimo aggiornamento: 08:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA