Vaccino Covid, ora cambia tutto. Rezza: «Pfizer o Moderna alla fascia 20-40 anni, blocca l'infezione»

Mercoledì 7 Aprile 2021
Vaccino Covid, ora cambia tutto. Rezza: «Pfizer o Moderna alla fascia 20-40 anni, blocca l'infezione»

Con la raccomandazione agli over 60 del vaccino AstraZeneca, la strategia vaccinale italiana è destinata a cambiare totalmente, e ai giovani potrebbe ora andare Pfizer o Moderna. Ne ha parlato il Direttore generale Prevenzione del Ministero della Salute Gianni Rezza, che in conferenza stampa ha detto che per la fascia tra i 20 e i 40 anni potrebbero essere usati i vaccini in grado di bloccare con più efficacia la trasmissione dell'infezione, quindi in questo caso i vaccini con Rna messaggero, cioè Pfizer e Moderna, che hanno un'alta efficacia (oltre il 90%) contro il contagio.

 

Leggi anche > AstraZeneca in Italia raccomandato per gli over 60. Locatelli: «Non è funerale»

 

«Se io dovessi scegliere come impiantare una campagna vaccinale, io abbatterei subito la mortalità coprendo tutta la popolazione oltre i 60 anni - ha detto Rezza - se concentro lì la maggior parte dei vaccini a disposizione in quella fascia di età, abbatto la mortalità». «Nel momento in cui si scende con l’età, si adatta la strategia in base a ciò che è più opportuno: vaccinare ad esempio la fascia di età tra 20 e 40 anni con dei vaccini che mi garantiscano all’80-90% di essere in grado di bloccare la trasmissione dell’infezione è molto importante - ha detto nel finale della conferenza stampa di oggi - Se vaccino un trentenne mi interessa proteggerlo dalla malattia, ma soprattutto evitare che possa infettare 10 persone. Usando vaccini che blocchino la trasmissione ci si può avvicinare a quella che chiamiamo immunità di comunità».

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA