Terapie intensive, scatta l'allarme: superata la soglia critica del 30%. Le percentuali regione per regione

Covid e terapie intensive, superata la soglia critica del 30%. Le percentuali regione per regione
Covid e terapie intensive, superata la soglia critica del 30%. Le percentuali regione per regione
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 4 Novembre 2020, 20:05 - Ultimo aggiornamento: 20:17

Tra i criteri che il Governo dovrebbe seguire per dividere le Regioni in rosse o arancioni o gialle, c'è la percentuale di posti letto occupati nei reparti di terapia intensiva. E nel Paese la soglia dei pazienti Covid tra i malati gravi definita «critica» dal Ministero della Salute, che ammonta al 30%, è stata ufficialmente separata oggi: in sette regioni più nella Provincia autonoma di Bolzano è allarme rosso, con la soglia ampiamente superata.

Leggi anche > Oggi 352 morti e 30.550 nuovi positivi. Rezza: «Forse primi effetti dei dpcm»

È quanto emerge dai dati, aggiornati alle 17 di oggi, elaborati dall'Agenas, l'Agenzia nazionale per i servizi Sanitari regionali. In cima alla 'lista nera' proprio la Provincia di Bolzano con il 51% di saturazione dei suoi posti letto di intensiva, seguita dall'Umbria al 48%, dalla Lombardia (47%), Piemonte (41%), Marche (38%), Liguria e Valle d'Aosta con il 37%.

Esattamente sulla soglia critica del 30% la Campania, mentre al di sotto, con il 29% la Puglia, Emilia Romagna e Sardegna (27%), Lazio con il 25%, Abruzzo (24%), Basilicata, Friuli Venezia Giulia e Molise (23%), Sicilia e Provincia autonoma di Trento che si attestano al 22% di occupazione dei posti letto di terapia intensiva, seguiti dal Veneto (18%) e dalla Calabria con solo il 7% di posti occupati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA