Conegliano, negozianti in rivolta per la fase 2: in migliaia in strada davanti ai negozi con le serrande alzate: «Fateci riaprire»

Venerdì 1 Maggio 2020
Conegliano, negozianti in rivolta: in migliaia in strada davanti ai negozi con le serrande alzate: «Fateci riaprire»

Coronavirus, crisi economica e riaperture. Da Conegliano (nelle immagini la protesta di questa mattina primo maggio) a Vittorio Veneto, da Castelfranco a Spresiano nel trevigiano arrivano forti le proteste. Dopo la consegna delle chiavi ai sindaci, la rabbia di commercianti e partite Iva, stremati da due mesi di lockdown, e preoccupati per il futuro quanto mai incerto, si fa sentire con le manifestazioni silenziose ma cariche di significato, in programma a varie riprese oggi, giornata del lavoro, domani e lunedì nelle varie piazze cittadine. Le adesioni via social si annunciano numerose.

Parrucchieri e centri estetici, ok alle riaperture anticipate: ecco le regole

A Conegliano stamattina, l'appuntamento è stato dalle 10 alle 10. 30. Gli esercenti hanno preso posto davanti al proprio negozio nelle varie vie del centro. Migliaia le persone in strada. A loro si uniscono musicisti cantanti e spettacoli viaggianti che si sentono dimenticati dallo Stato. Ma c'è anche una folta rappresentanza di liberi professionisti. Tutti chiedono di poter riprendere a lavorare il prima possibile.


 

Ultimo aggiornamento: 12:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA