«Messa di Natale alle 20, nessun limite a tavola. Dal 20 dicembre divieto di spostamento tra regioni»

Mercoledì 2 Dicembre 2020
«Messa di Natale alle 20, nessun limite a tavola. Dal 20 dicembre divieto di spostamento tra regioni»

A che ora sarà la messa di Natale? In attesa del nuovo dpcm con le misure anti coronavirus che dovrebbe arrivare domani, la sottosegretario alla Salute Sandra Zampa (Pd), ospite di Lilli Gruber a Otto e Mezzo su La7 ha anticipato che la messa potrebbe essere anticipata alle 20 o 20.30. Questo nel caso il coprifuoco sia confermato per le ore 22«La messa di Natale si dovrà concludere entro l'orario per rientrare a casa per il coprifuoco alle 22. Quindi verso le 20, 20 e 30. È una decisione presa in accordo con la CEI, la quale ha capito perfettamente l'esigenza», ha detto la Zampa.

 

 

«Dal 20 ci sarà il divieto di spostamento tra le regioni, salvo ragioni di necessità come assistere un genitore solo, che richiederanno l'autocertificazione», ha aggiunto Zampa. «Due congiunti che abitano in due regioni diverse ma gialle e partono prima del 20 dicembre, potranno vedersi. Sicuramente si potrà sempre raggiungere la regione di residenza e si sta discutendo se far valere anche il domicilio». «Non indicheremo limiti per il numero di persone a tavola ma sconsiglierei di aprire ai non conviventi. Aiutarsi questa volta significa rinunciare a vedersi», ha aggiunto. 

 

«Le scuole superiori potrebbero riaprire a metà dicembre, ci sono discussioni in corso. Per me sarebbe meglio aprirle a gennaio, dobbiamo prima progredire nei risultati perché l'obiettivo non é stato ancora raggiunto». «La questione della Gran Bretagna sui vaccini offre più problemi che risposte. Le dosi distribuite in Gran Bretagna sono 400mila quindi vuol dire che sarà distribuito a 200mila persone. Quindi con quale criterio si distribuiscono le prime dosi? Significa che è solo un atto simbolico, che non vuole dire nulla. Simbolico e populista».

 

 

RISTORANTI APERTI ANCHE A CAPODANNO «Abbiamo ottenuto che i ristoranti saranno aperti a pranzo il 25 e 26 dicembre, a Capodanno e per l'Epifania. Nel nuovo Dpcm non saranno previste queste chiusure», ha aggiunto al Tg4 il presidente dei senatori di Italia Viva Davide Faraone. «Come Italia Viva ci siamo opposti sin dall'inizio, così come stiamo continuando a discutere sulla questione dei ricongiungimenti familiari e degli spostamenti tra Comuni che devono essere consentiti. Altra notizia: anche gli alberghi di montagna resteranno aperti sotto le feste. Crediamo che sia giusto tenere alta la guardia a Natale ma vanno evitati gli eccessi». 

Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 11:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA