Dpcm Natale, quando parlerà Conte. Il decreto approvato nella notte dopo una lunga maratona. «In vigore fino al 15 gennaio»

Mercoledì 2 Dicembre 2020 di Domenico Zurlo
Dpcm Natale, quando parlerà Conte. Il decreto tra stasera e domani mattina: «Sarà valido fino all'Epifania»

Nuovo dpcm di Natale, quando parlerà Giuseppe Conte? Con ogni probabilità il presidente del Consiglio dovrebbe intervenire in conferenza stampa oggi giovedì 3 dicembre, nel pomeriggio o in serata, per illustrare le nuove misure del dpcm che regolamenterà le feste natalizie. Ieri sera in Consiglio dei ministri c'è stato un nuovo confronto sulle misure anti-coronavirus che entreranno a far parte del testo approvato dal Cdm nella notte dopo una lunga maratona, e sarà inviato alle Regioni per eventuali rilievi.

 

Leggi anche > Il bollettino nazionale: oggi 684 morti e oltre 20mila casi in più

 

Il dpcm dovrebbe essere appunto firmato oggi da Conte, che dovrebbe tenere una conferenza stampa nel tardo pomeriggio o nella prima serata per informare l'opinione pubblica sulle decisioni assunte dal Governo. Il nuovo dpcm dovrebbe entrare in vigore a partire da venerdì 4 dicembre e dovrebbe disciplinare in particolare la possibilità di disporre limitazioni della circolazione tra le Regioni.

 

 

Inoltre dovrebbe estendere la durata dei dpcm: finora i decreti del presidente del Consiglio hanno coperto un arco temporale di 30 giorni al massimo: il dpcm in preparazione dovrebbe però riguardare tutte le festività natalizie, almeno fino all'Epifania. Per questo motivo si sta dunque valutando se per legge stabilire che i dpcm abbiano durata massima di 45, 50 o 60 giorni

 

 

Il testo tradurrà in norma le misure illustrate oggi alle Camere dal ministro della Salute Roberto Speranza. Raccolti, nella giornata di domani, i rilievi delle Regioni, il governo dovrebbe fare un'ultima messa a punto della bozza, perché Conte la possa firmare nel pomeriggio e il testo possa essere pubblicato in Gazzetta ufficiale in serata o comunque entro la mezzanotte. C'è attesa soprattutto per le norme che regolamenteranno gli spostamenti tra le regioni (con il tema dei ricongiungimenti familiari), le eventuali riaperture dei ristoranti e i ritrovi nelle case private, soprattutto per il giorno di Natale. Per sapere che feste natalizie vivremo, non ci resta che attendere.

 

 

Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 11:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA