Covid, allo stadio capienza ridotta al 50%. Cosa succede a chi ha già comprato il biglietto?

La capienza torna ridotta alla metà del totale, ora i club dovranno rivedere gli accessi e le vendite libere dei biglietti in vari casi sono state sospese

Covid, caos stadi: confermato il super green pass, capienza ridotta al 50%
Covid, caos stadi: confermato il super green pass, capienza ridotta al 50%
3 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Dicembre 2021, 11:21 - Ultimo aggiornamento: 14:14

Covid, con il nuovo decreto cambiano le regole per l'accesso alle manifestazioni sportive. Per gli impianti all'aperto, come gli stadi, la capienza si riduce dal 75% al 50%, mentre per quelli al chiuso si riduce al 35%. Un vero e proprio caos, specialmente per quei club che a inizio stagione hanno avviato la campagna abbonamenti e che fino a ieri hanno continuato a vendere i biglietti per i posti rimanenti.

Leggi anche > Covid, via libera del Governo: niente quarantena col booster, super Green pass per i trasporti e ristoranti all'aperto

Resta confermato l'accesso a stadi e palazzetti solo per chi è in possesso del green pass rafforzato: occorrerà aver completato il ciclo vaccinale (doppia dose da non più di quattro mesi o dose booster) o essere guariti da non più di sei mesi. Per entrare allo stadio, quindi, è confermato che non basterà più un tampone negativo. La nuova stretta riguarda quindi la capienza, che torna quelle di inizio stagione (50% del totale dei posti).

Le misure previste dal nuovo decreto dovrebbero entrare in vigore dal 10 gennaio prossimo e fino alla fine dello stato d'emergenza. Ci sono diversi club, però, che hanno sospeso la vendita libera dei biglietti. È il caso, ad esempio, della Roma, che ha annullato la vendita dei biglietti per le gare contro Juventus e Cagliari (in campionato) e Lecce (in Coppa Italia) e che ha spiegato: «In attesa di ulteriori delucidazioni e conferme, nei prossimi giorni verranno date ulteriori informazioni circa le modalità d’accesso alle prossime partite». Per Roma-Juve sono stati venduti 42mila biglietti (compresi gli abbonati), ma la capienza al 50% fa scendere gli spettatori a 35mila. Per circa settemila tifosi scatterà quindi il rimborso, di cui il club giallorosso comunicherà nelle prossime ore le modalità.

Anche il Napoli ha immediatamente sospeso la vendita dei mini-abbonamenti per le partite di campionato contro Sampdoria e Fiorentina e di Europa League contro il Barcellona. Anche per il club partenopeo, le modalità di rimborso saranno comunicate nei prossimi giorni, in attesa di predisporre un nuovo riallineamento dei posti a sedere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA