Covid, Abrignani: «Pranzi natalizi? Senza no vax. Ai miei nipotini consiglio di non abbracciare i nonni»

Con l'avvento della nuova variante Omicron e l'aumento costante di contagi da Covid-19, il consiglio è un Natale senza no vax. Poi rimanda di 15 giorni ogni presa di posizione sulla variante Omicron

Martedì 30 Novembre 2021
Covid, Abrignani: «Pranzi natalizi? Ai miei nipotini consiglio di non abbracciare i nonni»

Il dottor Sergio Abrignani, immunologo e membro del Cts, è intervenuto nel programma «Un giorno da pecora» condotta da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari, su Rai Radio 1. Il Natale e i pranzi in famiglia si avvicinano, ma secondo l'immunologo è meglio evitare contatti stretti, soprattutto se saranno presenti persone non vaccinate. Con l'avvento della nuova variante Omicron e l'aumento costante di contagi da Covid-19 «consiglio ai miei nipoti di non abbracciare i nonni». 

 

Leggi anche > Austria, morto il leader dei no vax: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina

 

«Se io faccio pranzi o cene natalizie con parenti anziani preferisco che non ci siano non vaccinati - ha dichiarato il dottor Abrignani -. I bambini? Ai miei nipotini consiglio di non abbracciare i nonni, poi dipende dalla sensibilità di ciascuno di noi. L'idea che un gesto di affetto possa trasformarsi nell'infettare un anziano, che sappiamo quanto è a rischio...io preferisco non farlo».

 

Abrignani ha poi parlato della variante Omicron e sul fatto se i vaccini siano validi o meno. «Da questo punto di vista io credo all'EMA, siamo in un momento in cui anche loro stanno aspettando. Al momento non c'è nessun dato reale che questo virus possa bucare i vaccini. Il paziente zero della variante Omicron ha una malattia molto lieve, ma comunque su un solo caso non costruiamo nulla. Aspettiamo 15 giorni, per ora abbiamo preso misure importanti.

 

Che tipo di variante è quella appena scoperta? Questa variante ha qualcosa di più sospetto rispetto alle precedenti. Sospettiamo che questo virus possa esser più diffusivo, che non vuol dire più aggressivo».

 

Ha poi concluso sulla sua idea riguardo all'obbligo di mascherina all'aperto: «Sono favorevole alla richiesta dei sindaci sull'applicazione dell'obbligo di mascherina anche all'aperto - ha detto Abrignani a Rai Radio1 - sono favorevole a tutto ciò che limita i rischi».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA