«Studenti nei campus dell'Università anche a Natale? È possibile»: la proposta per frenare i contagi nel Regno Unito

Giovedì 24 Settembre 2020 di Nico Riva

Agli studenti verrà chiesto di non tornare a casa per le vacanze di Natale e di rimanere nel campus universitario. Il motivo? Frenare l'avanzata del coronavirus e la ripresa dei contagi. Lo ha proposto Matt Hancock, Segretario di Stato per la salute e gli Affari sociali del Regno Unito. E c'è chi punta il dito contro il governo di Boris Johnson: «Deve ascoltare la scienza». 

Leggi anche >Mattarella risponde a Boris Johnson: «Noi italiani amiamo la libertà, ma anche la serietà»

Non c'è ancora alcuna ufficialità, quella di Hancock al momento rimane solo una proposta. Tuttavia, non è una prospettiva da escludere, perché la situazione sta rapidamente peggiorando oltre il Canale della Manica. «Abbiamo detto che gli studenti sarebbero dovuti restare fino a Natale nei campus, ma forse dovremo chiedergli di trattenersi di più. Spero di non doverlo fare, ma non escludo nulla», ha dichiarato Hancock ai microfoni di Times Radio. 

Intanto, all'Università di Glasgow 124 studenti son risultati positivi al Covid-19, mentre altri 600 si trovano in isolamente nei residence del campus universitario. Situazione analoga all'Abertay University di Dundee, sempre in Scozia, dove 500 studenti son stati messi in quarantena questa settimana dopo 3 casi di positività. «Dobbiamo fare la massima attenzione: alcuni di questi casi potrebbero potenzialmente diffondere il virus nella comunità», ha affermato il dottor Jason Leitch, direttore dell'unità clinica nazionale scozzese alla Bbc. 

La direttrice generale dell'Unione delle Università e dei College britannici ha puntato il dito contro il governo del Regno Unito. «Devono ascoltare la scienza. O il governo agisce ora, o migliaia di altri studenti andranno nei campus in questi giorni. Totalmente irresponsabile lasciarli tornare all'università nel pieno della seconda ondata di contagi».

Ultimo aggiornamento: 17:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA