Tulsa, la città che paga 9mila euro a chi è disposto a trasferirsi subito

Mercoledì 22 Gennaio 2020 di Enrico Chillè
Tulsa, la città che paga 9mila euro a chi è disposto a trasferirsi subito

Incentivi contro lo spopolamento: un fenomeno che, da qualche tempo, coinvolge tanti piccoli centri, anche in Italia, alle prese con un esodo della popolazione ormai storico. Si pensi, ad esempio, a tanti borghi antichi che, in tutta Europa, tentano di cercare nuovi residenti offrendo case a titolo quasi gratuito. Una scelta che sembra aver convinto molti, al punto che anche la città di Tulsa, negli Stati Uniti, ha deciso di ricorrere ad una mossa analoga.

Leggi anche > Case in vendita a un euro in Italia: ecco dove sono e come fare a comprarle

Tulsa è la città più popolosa dello stato dell'Oklahoma, anche più della capitale, Oklahoma City. Ormai prossima al bicentenario della fondazione, questa città è nota soprattutto per le sue industrie, concentrate prevalentemente nel settore energetico, ma negli ultimi decenni ha registrato un vero e proprio spopolamento, specialmente nel periodo compreso tra il 2000 e il 2010. Con una popolazione complessiva che supera appena i 400mila abitanti, questa città non può certo reggere la concorrenza, a livello economico, delle grandi metropoli statunitensi. Ed è per questo che l'amministrazione ha deciso di correre ai ripari.

Il sindaco di Tulsa, il repubblicano George T. Bynum, ha promosso una campagna chiamata 'Tulsa Remote', tanto ambiziosa quanto attrattiva. Per chi è disposto a trasferirsi immediatamente a Tulsa, l'amministrazione concede 10mila dollari (poco più di novemila euro) per coprire le spese per il trasferimento in città. Il programma è rivolto soprattutto ad autonomi e dipendenti impegnati nel telelavoro, a cui viene anche offerto uno spazio gratuito in alcuni centri di co-working. Inoltre, l'amministrazione propone assistenza nella ricerca di un appartamento a prezzi modici. I requisiti principali per aderire sono: la maggiore età, possedere un permesso di lavoro valido per gli Stati Uniti e poter trasferirsi in città entro sei mesi. Lo riporta, tra gli altri, anche la CNN.

L'obiettivo dichiarato di questa campagna è portare almeno 250 nuovi residenti entro la fine del 2020. Il direttore esecutivo del programma, Aaron Bolzle, ha spiegato: «La nostra missione è sempre stata portare nuovi e talentuosi residenti a Tulsa, rimuovendo ogni barriera sociale e facendoli diventare parte integrante della nostra comunità». Per aderire al programma, e per ottenere maggiori informazioni, è possibile registrarsi sul sito ufficiale di 'Tulsa Remote'.

© RIPRODUZIONE RISERVATA