India, centinaia di persone ricoverate in ospedale per una nuova malattia misteriosa

Lunedì 7 Dicembre 2020 di Nico Riva

Si contano una persona deceduta e oltre 200 ricoverati a causa di una non identificata malattia in India. Secondo quanto riportato dalla Bbc, i sintomi della patologia misteriosa sarebbero numerosi, dalla nausea alla perdita dei sensi. Le indagini sull'accaduto sono in corso, ma pare che tutto sia partito dalla città di Eluru, nella regione meridionale di Andhra Pradesh.

 

Sono 227 in totale le persone ospedalizzate lo scorso weekend in India per questa nuova misteriosa malattia, scrive la Bbc. I pazienti hanno finora mostrato una vasta gamma di sintomi, ma la causa del loro maledessere non è ancora stata individuata. E tutto ciò accade mentre l'India affronta un'ondata disastrosa della pandemia da coronavirus. Lo Stato asiatico è infatti il secondo più colpito al mondo dal Covid, dopo gli Stati Uniti: l'India conta infatti quasi 10 milioni di contagiati (contro i 14 degli Usa). Terzo posto invece nella conta dei morti: 140mila, dietro solo al Brasile (176mila) e agli Stati Uniti (282mila). Andhra Pradesh è inoltre una delle zone più devastate dal Covid in India. 

 

 

Inizialmente, le autorità pensavano che si trattasse di Covid, ma Alla Kali Krishna Srinivas, ministro della Salute, ha spiegato che tutti i pazienti "misteriosi" ricoverati nel fine settimana sono risultati negativi ai test. «Le persone che si sono ammalate, specialmente i bambini, hanno cominciato a vomitare improvvisamente, dopo aver lamentato un forte bruciore agli occhi. Alcuni sono svenuti dopo gli attacchi», ha dichiarato all'Indian Express un medico dell'ospedale governativo di Eluru. 

 

70 persone però sarebbero già state dimesse dalla struttura ospedaliera, mentre le altre 157 sono ancora in cura. Intanto, sono in arrivo ad Eluru alcune squadra specializzate di medici e scienziati per indagare sulla misteriosa malattia. Gli investigatori hanno però già escluso contaminazione dell'acqua e dell'aria dalle possibili cause. Al momento, tante ipotesi e nessuna certezza. 

 

Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA